Chong, il baby-fenomeno olandese è…l’arma segreta di Mourinho

Chong, il baby-fenomeno olandese è…l’arma segreta di Mourinho

Per uno strano intreccio di corsi e ricorsi storici, in Inghilterra sono convinti: contro la Juventus, potrebbe davvero essere la notte di Tahith Chong, la nuova giovanissima stella del Manchester United.

di Redazione Il Posticipo

Josè Mourinho non è nuovo alle sorprese e ha sempre un occhio di riguardo per i giovani promettenti. Spetta a lui il merito di aver fatto esordire, a soli 18 anni, Davide Santon, che nei due anni del tecnico portoghese all’Inter è stato una grandissima sorpresa, che ha saputo sfruttare a pieno la fiducia che gli ha offerto l’allenatore. E, casi della vita, l’esordio europeo di Santon è arrivato proprio contro il Manchester United di Cristiano Ronaldo, in un match del febbraio 2009. Sarà per questo piccolo intreccio di corsi e ricorsi storici che in Inghilterra sono convinti. Contro la Juventus, potrebbe davvero essere la notte di Tahith Chong.

18 ANNI – Di chi stiamo parlando? Di certo, non di una figura che passa inosservata, almeno per i capelli. Il riccioluto diciottenne è una delle grandi promesse del vivaio del Manchester United. Eletto miglior giovane dell’anno nella scorsa annata, con qualche presenza nell’Under-23 a soli 17 anni, Chong ha ben figurato anche nelle amichevoli di inizio stagione. Durante la preparazione, un po’ per necessità e un po’ per curiosità, Mourinho ha dato una chance all’esterno classe 1999, che non si è certo fatto pregare. Ma cosa potrebbe portarlo in panchina, se non addirittura in campo contro la Juventus? Secondo il Daily Mail, un misto di…follia mourinhesca, che non manca mai, e di infortuni, che hanno decisamente diminuito le possibili carte in mano all’allenatore dello United. Il quale potrebbe quindi decidere di optare…per l’arma segreta.

CORSI E RICORSI – Alexis Sanchez non ci sarà, così come Jesse Lingard. Alla lista degli assenti si aggiungono inoltre Fellaini, Dalot, Jones e McTominay, ma questo a Chong interessa relativamente, perchè se dovesse esserci posto per lui, ovviamente, ci sarà in avanti. Intanto il ragazzino si è fatto gli allenamenti pre-match agli ordini dello Special One assieme a Pogba, Lukaku e a tutte le stelle dello United. E se dovesse essere inserito nella lista (che in Champions prevede, purtroppo per il giovanissimo olandese, solo sette riserve), potrebbe anche arrivare il suo momento, di fronte a quello che è un po’ il suo modello. Del resto, con un esordio del genere, si ripeterebbe un po’ la carriera proprio di Cristiano Ronaldo. Che si è presentato al calcio professionistico in Champions, contro l’Inter. La squadra contro cui giocava quando ha esordito Santon. E quindi i conti, più o meno, tornano. Che sia l’ora di scoprire un nuovo talento?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy