Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Chiellini: “Meglio questa partita del 3-0 di giugno ma ci è mancato qualcosa”

LONDON, ENGLAND - JULY 11: Leonardo Bonucci and Giorgio Chiellini of Italy celebrate following their team's victory in the UEFA Euro 2020 Championship Final between Italy and England at Wembley Stadium on July 11, 2021 in London, England. (Photo by Andy Rain - Pool/Getty Images)

L'Italia non va oltre il pari in casa della Svizzera.

Redazione Il Posticipo

L'Italia non va oltre il pareggio in Svizzera e torna con un carico di rimpianti e la sensazione di aver perso una grande occasione per chiudere il discorso qualificazione in anticipo. Lo 0-0 complica il cammino verso il Qatar.  Risultato che invece permette alla Svizzera di poter scavalcare gli azzurri e presentarsi all'Olimpico con la possibilità di poter lucrare sul pari. Una sfida caratterizzata dalla mancanza di cattiveria.

QUID -Chiellini ha analizzato la sfida a caldo ai microfoni di Raisport. "Dobbiamo essere più cattivi. Oggi abbiamo giocato una delle migliori partite sia dal punto di vista tecnico che agonistico. A mio avviso la squadra si è espressa anche meglio del 3-0 a Roma a giugno. Ci è mancato qualcosa per segnare. Abbiamo fatto un passo in avanti rispetto all'ultima uscita, ma ci manca ancora qualcosina. L'importante è aver ritrovato lo spirito di Wembley. Adesso c'è la partita di qualificazione con la Lituania, vinciamo mercoledì e poi faremo le dovute considerazioni.

LONDON, ENGLAND - JULY 11: Leonardo Bonucci and Giorgio Chiellini of Italy celebrate following their team's victory in the UEFA Euro 2020 Championship Final between Italy and England at Wembley Stadium on July 11, 2021 in London, England. (Photo by Andy Rain - Pool/Getty Images)

RIGORE - La sensazione è che lo spartiacque del match sia stato il rigore sbagliato. "Jorginho in quel momento, è stato aiutato dalla squadra. Lui si è tirato su ma la squadra gli ha dato una mano. Teniamoci le note positive, se fossimo stati disattenti avremmo rischiato di perdere e di compromettere la qualificazione al mondiale. Non è il momento di guardare troppo oltre, pensiamo di partita in partita, che è sempre stata la nostra forza, e poi pensiamo al resto. Mercoledì dobbiamo vincere. Poi andremo a crescere in Nations League e ci andremo a prendere la qualificazione in casa".