calcio

Chiamatela Emery League: “Orgoglioso di tutti. Non avevamo provato i rigori”

Chiamatela Emery League: “Orgoglioso di tutti. Non avevamo provato i rigori”

UEL acronimo di Uefa Europa League. O di Unai Emry capace di vincere per la quarta volta il suo trofeo e di entrare nella storia della competizione e del Villarreal.

Redazione Il Posticipo

UEL acronimo di Uefa Europa League. O di Unai Emry capace di vincere per la quarta volta il suo trofeo e di entrare nella storia della competizione e del Villarreal. Del resto, in Europa League è una garanzia. Quarto successo, record di vittorie, e la conferma che l'Europa League è il suo territorio di caccia. Il tecnico parla della vittoria in conferenza stampa: le sue parole sono riprese da AS.

RIGORI - Una vittoria insperata, ma che il tecnico ritiene assolutamente meritata. Di certo il Villarreal non era fra le favorite. "Sono molto contento soprattutto perché abbiamo lavorato sodo per tutta la stagione. Si tratta di un progetto importante per il presidente e i giocatori. Siamo tutti orgogliosi. Credo che abbiamo meritato di vincere. Ovviamente non eravsamo i favoriti ma abnbiao giocato una partita attenta e negli ultimi minuti abbiamo sfiorato il gol. Ai rigori eravamo emozionati per la possibilità di prenderci il trofeo e ci siamo riusciti. Dietro questo successo c'è la cultura del lavoro e la grande mentalità dei calciatori. Abbiamo saputo soffrire. Pensavo avessimo finito la partita prima dei rigori. E comunque non è vero che sia una lotteria. Devi essere freddo e concentrato per segnare. I giocatori sono stati favolosi".

ORGOGLIO - Una bella soddisfazione, per un allenatore che si conferma vincente a tutte le latitudini. Sebbene fosse finito, con tutto il rispetto per il Villarreal, ai confini del calcio che conta a livello internazionale. A maggior ragione, questa vittoria lo riempie di orgoglio. "Ho cercato di portare qui la mia esperienza e la cultura del lavoro, che è stata assorbita benissimo. Vincere è stato meraviglioso. E riuscirci dopo che tutti i calciatori, portiere compreso, hanno calciato e segnato il loro rigore rende tutto ancora più speciale. Sono assolutamente orgoglioso di questo club, del presidente, di tutti coloro che hanno lavorato per permetterci di essere qui. Sono felice di aver regalato ancora un successo alla Spagna. Ci siamo sentiti sospinti da tutti".