Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Chelsea, Lukaku è rimasto a Milano? A Londra, per media gol, c’è quello dello… United

LONDON, ENGLAND - AUGUST 22: Romelu Lukaku of Chelsea is fouled by Nuno Tavares of Arsenal during the Premier League match between Arsenal and Chelsea at Emirates Stadium on August 22, 2021 in London, England. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

L'ex centravanti dell'Inter ha messo a segno quattro reti in nove partite giocate fra Premier e Champions, abbassando drasticamente la sua media gol.

Redazione Il Posticipo

Lukaku, il Chelsea e un rapporto con il gol che si è leggermente complicato rispetto ai numeri monstre in Italia. L'inizio del belga è positivo ma non entusiasmante. E, sebbene il campione, inteso come numero di partite analizzate sia ristretto, lascia comunque in eredità la sensazione che, per adesso, il Lukaku dell'Inter... sia rimasto a Milano e che a Londra ci sia... quello di Manchester.

MEDIA - I numeri, ripresi da transfertmarkt, lasciano poco spazio all'ottimismo. L'ex centravanti dell'Inter ha messo a segno quattro reti in nove partite giocate fra Premier e Champions, abbassando drasticamente la sua media gol. All'Inter (64 gol in 95 partite) aveva un ottimo 0,67. Il suo ritorno in Inghilterra, per ora, si assesta su una media di 0,44. Molto vicina, quasi identica, a quella che aveva prima lasciare la Premier e avventurarsi in Italia. Con lo United  aveva messo a segno 42 reti in 96 partite pari allo allo 0,43. Abbastanza per sollevare qualche perplessità sull'investimento legato al belga che, dopo un ottimo avvio, si è un po' perso. A digiuno nelle ultime tre giornate di campionato, il belga ha anche "spalmato" maluccio le reti, specialmente in Premier. Uno nel derby con l'Arsenal e doppietta contro l'Aston Villa. Dunque, è andato in gol solo in due partite su sei in campionato. E non ha inciso negli scontri diretti contro il City in Premier e la Juventus in Champions.

RIMEDIO - Tuchel per ora ha trovato una soluzione: il Chelsea, nell'attesa che il suo bomber ritrovi la prolificità si è affidato alla cooperativa del gol. I blues attingono a piene mani alla straordinaria profondità della rosa per i gol messi a segno. I Campioni d'Europa sono la squadra che ha mandato più giocatori diversi in gol in Premier. Ben dodici. Unico club in doppia cifra. Il podio è completato da United (9) e Aston Villa (8).  Lukaku è il capocannoniere della squadra con tre gol, un po' pochini rispetto alle attese. Per fortuna, e merito, di Tuchel vanno in gol anche gli altri. E la platea di marcatori è anche piuttosto omogena fra difensori e centrocampisti. Dalla retroguardia, in particolare sono arrivate cinque reti. Soluzione tampone, ma efficace.