Chelsea, i mesi da incubo di Morata: “Stavo impazzendo per colpa dei miei compagni…”

L’attaccante sta vivendo una seconda vita all’Atletico Madrid, ma non dimentica ciò che è successo quando giocava nel Chelsea. Lo spagnolo si aspettava grandi cose dalla sua esperienza inglese, ma le sue aspettative sono state deluse

di Redazione Il Posticipo
Alvaro Morata ha ritrovato la serenità in Spagna mettendo la parola fine al suo terribile anno e mezzo in Inghilterra. L’attaccante è ritornato più volte sulla sua esperienza al Chelsea che si è conclusa lo scorso gennaio con il suo passaggio agli ordini del Cholo Simeone E pian piano sta vuotando il sacco: nelle sue ultime dichiarazioni, riprese da four four two, il giocatore ha puntato il dito contro i suoi compagni di squadra… specificando cosa accadeva nello spogliatoio.
SFIDUCIATO – L’attaccante è intervenuto ai microfoni di Cadena COPE. Si è sfogato raccontando il momentaccio vissuto al Chelsea, dove la mancanza di fiducia dei suoi compagni di squadra nei suoi confronti lo ha portato alla depressione. Morata ha parlato apertamente: “Oggi sono più felice, il Chelsea non rappresenta un bel momento della mia vita calcistica, lì avevo smesso di divertirmi. Non credevo più in me stesso. Quando giocavo i miei compagni di squadra mi guardavano e pensavano che non avrei fatto niente di buono con la palla. Stavo davvero impazzendo”.
A PEZZI – A Morata è stato spesso rimproverato di non reggere la pressione. Lo spagnolo ha confessato di aver perso la testa in più di un’occasione. Nervi messi a dura prova anche dai problemi fisici: “Ho avuto un infortunio alla schiena e sono andato in Germania per curarmi. Due giorni dopo ho giocato, avevo dolore e la mia partita è stata terribile. Il mio telefono era pieno di messaggi in cui c’era scritto di non preoccuparmi e che i bei tempi sarebbero arrivati. Quando li ho letti ho lanciato il telefono contro il muro”. Non esattamente il ritratto della serenità che sembra aver ritrovato con la maglia dei colchoneros. 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy