Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Chelsea, arriva Lampard ma…si pensa ancora a Sarri: “Frank eliminerà l’atmosfera velenosa che ha creato a Stamford Bridge…”

Che Maurizio Sarri non sia stato apprezzatissimo al Chelsea, è un dato di fatto. Il "Sarrivederci" è stato quindi accettato da entrambe le parti con un certo sollievo. Ma a Londra c'è chi ancora pensa a lui. E ne parla anche nel giorno della...

Redazione Il Posticipo

Che Maurizio Sarri non sia stato apprezzatissimo al Chelsea, è un dato di fatto. I tifosi hanno cantato a più riprese "fuck Sarriball" durante i match dei Blues, la dirigenza lo prendeva in giro per le sostituzioni sempre uguali e anche i tabloid non si sono mai schierati a suo favore. Il "Sarrivederci" è stato quindi accettato da entrambe le parti con un certo sollievo. Ma mentre il tecnico toscano è tutto preso a organizzare la Juventus che verrà, a Londra c'è chi ancora pensa a lui. E ne parla, ovviamente in maniera negativa, anche nel giorno della presentazione di Lampard come nuovo allenatore.

ATMOSFERA VELENOSA - Il Daily Mail dà infatti spazio a Rory Jennings, la voce del canale Youtube "CFC Fan TV", uno dei maggiori sostenitori del #Sarriout. E proprio mentre Marina Granovskaia dà il benvenuto a Lampard, l'obiettivo è ancora fissato su Sarri. Basterebbe il titolo per capire che il ricordo lasciato dal tecnico non è stato buono: "Il ritorno di Lampard elimina da Stamford Bridge l'atmosfera velenosa creata da Sarri". E le vedute di Jennings si concentrano molto più sul passato che su quello che può regalare Frankie ai Blues: "Al Derby Lampard rispondeva ai cori dei tifosi e cominciava a saltellare. Era una gioia a vedersi. E se lo paragoniamo a chi abbiamo avuto al comando lo scorso anno, si capisce perchè la maggior parte dei tifosi non vedeva l'ora di dire addio a Sarri".

CAMBIA TUTTO - Questione di simpatia, dunque? Forse, ma non solo. Sarri era anche poco apprezzato per la gestione dei calciatori. "Avevamo in panchina uno a cui non importava nulla che il nostro miglior prospetto stesse debuttando con l'Inghilterra". E il riferimento a Hudson-Odoi, con il tecnico che ha ammesso di non aver guardato la partita d'esordio del giovanissimo con i Tre Leoni, è evidente. Basta? Evidentemente no. "Una persona che non aveva alcun interesse ad avere una connessione o una interazione con i tifosi e che ha trattato uno dei nostri simboli degli ultimi anni con assoluto sdegno. Il risultato è che l'atmosfera è diventata velenosa". E anche il tasto Cahill viene toccato. "L'arrivo di Lampard cambia immediatamente tutto". Sicuri? Basterà aspettare per capirlo. Anche perchè il pubblico del Chelsea non perdona. Neanche gli idoli del passato.