Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Chelsea KO, Tuchel: “Non incolpo nessuno ma non è possibile commettere così tanti errori di seguito”

LONDON, ENGLAND - JANUARY 27: Thomas Tuchel, Manager of Chelsea during the Premier League match between Chelsea and Wolverhampton Wanderers at Stamford Bridge on January 27, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

Il West Ham fa suo il derby di Londra con il Chelsea e dà una bella spallata alla Premier. Sconfitta figlia degli errori dei Campioni d'Europa che Tuchel sottolinea a muso duro in sala stampa.

Redazione Il Posticipo

Il West Ham fa suo il derby di Londra con il Chelsea e dà una bella spallata al suo campionato e alla Premier. Sconfitta figlia degli errori dei Campioni d'Europa che Tuchel sottolinea a muso duro in sala stampa. Il 2-3 non è evidentemente andato giù al tecnico del Chelsea che invita i calciatori a una maggiore attenzione. Le parole del tecnico sono riprese da Football London.

DETTAGLI   - Sconfitta inaspettata quanto dolorosa. L'allenatore ha le idee piuttosto chiare sull'accaduto. "Non ho visto scadimento di prestazioni,  ma in questo periodo concediamo palle gol troppo facilmente. Molto strano, non ci appartiene, è molto insolito ma se si commettono certi errori a questi livelli è complicato pensare di vincere. Tuttavia questa sconfitta non significa che qualcun altro possa vincere il campionato non prestiamo abbastanza attenzione ai dettagli, ma non è necessario fare domande o iniziare a dubitare del quadro generale".

MENDY - La sensazione è che senza gli errori di Mendy la partita poteva essere vinta. "Edou sta affrontando un periodo difficile. Non so perché, ma ha perso un po' di fiducia. Non si è espresso ai massimi livelli in occasione del primo gol, ma anche la squadra lo ha messo in una situazione complicata. Non voglio assolutamente gettare la croce addosso ai singoli ma non posso negare che la squadra sta commettendo troppi errori cruciali che sono costati almeno una vittoria con lo United e la sconfitta contro il West Ham".

STANCHEZZA - Tuchel non esclude che questi errori possano derivare anche dalla stanchezza ma non li accetta comunque. "Alcuni giocatori sono sovraccarichi. Non è, né deve diventare una scusa, ma non può essere sufficiente a giustificare errori cruciali in situazioni in cui ogni sbaglio può generare un gol. Credo sia assolutamente normale che a questo punto della stagione si possa accusare un po' di stanchezza, specialmente in Premier League e con l'arrivo del freddo, ma questo campionato pretende precisione anche nella gestione del rischio. Vi sono dei punti in cui puoi accettarlo e in altri dove non è neanche ammissibile pensarlo. Negli ultimi 20 metri è assolutamente vietato perdere palla, altrimenti si è nei guai".