Chelsea, Gullit lancia l’allarme Morata: “Hazard e Willian si rifiutano di passargli il pallone”

Chelsea, Gullit lancia l’allarme Morata: “Hazard e Willian si rifiutano di passargli il pallone”

Lo spagnolo forse sta pagando le tante voci sul suo conto e sulla volontà del Chelsea di cercare un nuovo centravanti già a partire da gennaio. Ma magari, fa notare qualcuno, non è esattamente solo colpa di Morata. Anzi, Ruud Gullit ne è convinto.

di Redazione Il Posticipo

Alvaro Morata ha giocato dal primo minuto il match tra Chelsea e Manchester United, ma negli ottanta minuti in cui è rimasto il campo non ha decisamente lasciato il segno. Al punto che persino con i Blues in svantaggio, Sarri lo ha sostituito per Giroud invece di lasciare entrambi gli attaccanti sul terreno di gioco. Un’altra prestazione opaca per lo spagnolo, che forse sta pagando le tante voci sul suo conto e sulla volontà del Chelsea di cercare un nuovo centravanti già a partire da gennaio. Ma magari, fa notare qualcuno, non è esattamente solo colpa di Morata. Anzi, Ruud Gullit ne è convinto.

POCA FIDUCIA – Come riporta il Mirror, l’olandese ha espresso su BeIN Sport una sua opinione sul momento non proprio brillante dell’ex juventino e ha inserito nel discorso i suoi compagni di reparto. Per il Tulipano Nero, c’è un problema di fondo: Hazard e Willian hanno deciso di non passare il pallone a Morata. “Non si mettono mai nella posizione di creare qualcosa per Morata. E la parte peggiore è che si vedono Willian e Hazard tagliare verso l’interno e rifiutarsi di passargli la palla, perchè non si fidano dello spagnolo. E per un attaccante diventa difficile giocare con quei due che tagliano tutte le volte, non si sa mai dove posizionarsi”. Insomma, piuttosto che servire il centravanti il duo preferisce fare da sè.

DOV’È MORATA – E se per il brasiliano la questione funziona poco (solo due reti in stagione), non si può dire lo stesso per Hazard (a quota dieci). Difficile per un attaccante produrre qualcosa di buono se i compagni di squadra non sono di supporto e le tre reti stagionali di Morata lo dimostrano. Ma anche lo spagnolo, secondo Gullit, ci mette del suo per “meritarsi” questo ostracismo. “È anche vero che quando arrivano palloni al centro dell’area ci sono dei momenti in cui viene da chiedersi ‘ma Morata dov’è?’, perchè lui non si vede. E quindi i compagni non si fidano”. Insomma, altri problemi per l’ex juventino. E gennaio si avvicina sempre di più…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy