Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Che i suoi vadano in nazionale, a Tuchel…non interessa per nulla: “Se dipendesse da me, terrei qui i giocatori tutta l’estate…”

(Photo by Neil Hall - Pool/Getty Images 2021)

In questa stagione fare bene in campo con il proprio club significa anche candidarsi per un posto in nazionale in estate. E stare in panchina può significare perdere il treno. Un problema per i giocatori, ma non certo per Tuchel. Che i suoi...

Redazione Il Posticipo

Questa stagione, iniziata in ritardo resa ancora più lunga e complicata dalla pandemia, non finirà a maggio con i campionati nazionali. In estate infatti c'è da recuperare tutto quello che il Covid-19 ha rubato al 2020: Europei, Copa America e Olimpiadi, oltre alle manifestazioni giovanili. Per molti calciatori, dunque, fare bene in campo con il proprio club significa anche candidarsi per un posto in nazionale. E allo stesso modo, chi sta in panchina sa benissimo che esiste il concreto rischio che il proprio commissario tecnico si dimentichi di lui. Un problema per i giocatori, ma non certo per gli allenatori. O almeno, non per Thomas Tuchel. Che i suoi vadano o no agli Europei, al tecnico tedesco del Chelsea...non interessa per nulla.

INTERESSI - Anzi, fosse per lui preferirebbe che tutti rimanessero a disposizione per fare la preparazione con la rosa completa. Un qualcosa che forse tutti gli allenatori di club pensano quando ci sono i grandi tornei, ma che di solito nessuno dice, anche per non urtare la suscettibilità di chi ad andare in nazionale ci tiene. Ma il tecnico dei Blues, come riporta il Sun, non si nasconde dietro un dito. Anzi, spiega che le sue scelte non saranno per nulla influenzate dalla questione. "So bene che i calciatori hanno i loro interessi personali e mi sta bene. Anzi, spero che combattano per questi interessi, che li spingano a dare il loro meglio. È nel loro interesse scendere in campo con il Chelsea e anche con la nazionale, dimostra che sono ambiziosi". Ma...

 LONDON, ENGLAND - JANUARY 27: Thomas Tuchel, Manager of Chelsea during the Premier League match between Chelsea and Wolverhampton Wanderers at Stamford Bridge on January 27, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

TUTTI QUI - Già, c'è un "ma". "Il mio lavoro da allenatore del Chelsea non può essere influenzato da una decisione che ha un impatto sul futuro di un calciatore in nazionale. Onestamente parlando vorrei che giocassero col Chelsea e che poi rimanessero tutti qui in estate, per rilassarsi in vacanza e presentarsi riposati alla preparazione. Questa sarebbe la mia scelta, ma ovviamente non succederà. così. Ne sono conscio, ma non posso lasciare che tutto questo influenzi le mie decisioni. Che sono tutte prese per far vincere le partite al Chelsea e per nessun altro motivo". Insomma, chi (come Abraham) si sta lamentando perchè non trova posto in squadra farà meglio a non combattere una partita già persa...

Potresti esserti perso