Che fine ha fatto Isco? “Impossibile recuperarlo. A 28 anni fa il calciatore, si allena coi compagni, ma a calcio non ci gioca più”

Che fine ha fatto Isco? Dov’è il calciatore che negli anni scorsi aveva fatto innamorare il mondo? Se lo chiedono molti, considerando che il calciatore che si è visto nelle prime partite della squadra di Zidane di questa stagione è solo il lontano ricordo di quello che era…

di Redazione Il Posticipo

Che fine ha fatto Isco? Dov’è il calciatore che negli anni scorsi aveva fatto innamorare il mondo, facendo anche pensare al Real Madrid che in fondo il futuro, anche senza Cristiano Ronaldo, poteva essere luminoso per la Casa Blanca? Se lo chiedono in molti, considerando che il calciatore che si è visto nelle prime partite della squadra di Zidane di questa stagione è solo il lontano ricordo di quello che si era preso il posto con la forza nonostante il Real fosse pieno di campioni. Per lui negli ultimi sedici mesi appena tre reti, solo una delle quali realizzata in Liga. Troppo poco per essere ancora Isco.

PREOCCUPAZIONE – Che quindi torna ad essere Francisco Román Alarcón Suárez, cioè un calciatore come un altro. Uno su cui al momento attuale sia il Real che la nazionale spagnola hanno più dubbi che certezze. Lo spiegano senza mezzi termini nella trasmissione El Larguero, di Cadena SER. Secondo la celebre radio spagnola, lo stato di forma ma anche quello psicologico di Isco negli ultimi anni sta facendo perdere le speranze al club e alla Roja di poter ritrovare a pieno regime il giocatore, che ormai entra in campo solo per spezzoni di partita. “È talmente lontano dalla versione ‘buona’ di Isco che credo che a Madrid e nella Spagna ci sia parecchia preoccupazione su di lui”.

28 ANNI – E arrivano i numeri, davvero spietati. “Delle ultime 120 partite, Isco ne ha giocate intere soltanto dodici. Il che significa che a 26, 27, 28 anni, Isco fa il calciatore, si allena coi compagni, ma a calcio non ci gioca più. E sia il Real che la nazionale ritengono impossibile recuperarlo”. Una situazione che crea problemi al club, che a questo punto potrebbe pensare di venderlo, ma anche a Luis Enrique. Il tecnico della nazionale ha fatto capire di contare sul calciatore, che però con la Roja non gioca dal giugno 2019 e dopo i Mondiali 2018 ha accumulato appena cinque presenze. Senza parlare delle voci che arrivano dal centro sportivo di Valdedebas, che vogliono il classe 1992 e Marcelo come corpi estranei al gruppo. E il vecchio Isco è sempre un ricordo più lontano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy