Champions League, la VAR c’è ma…non si chiede e non si vede!

Champions League, la VAR c’è ma…non si chiede e non si vede!

Dopo una mezza stagione di critiche, di simulazioni e di rimpianti, la VAR sbarca anche in Champions League. Ma le polemiche non finiscono comunque, perchè un paio di decisioni della UEFA, illustrate dall’ex fischietto Rosetti, creeranno chiaramente controversie.

di Riccardo Stefani

Alla fine la guerra è vinta. Dopo una mezza stagione di critiche, di simulazioni e di rimpianti, la VAR sbarca anche in Champions League. Cominciano gli ottavi (e i sedicesimi di Europa League) e sarà implementato l’aiuto tecnologico agli arbitri. Che potranno quindi essere coadiuvati da colleghi dietro lo schermo, ma anche andare autonomamente a controllare cosa è successo nelle situazioni dubbie. Un qualcosa che a livello mondiale è stato già provato in Russia, soddisfacendo la maggior parte degli addetti ai lavori. Ma le polemiche non finiscono comunque, perchè un paio di decisioni della UEFA, illustrate dall’ex fischietto Rosetti, creeranno chiaramente controversie.

NON SI CHIEDE – La prima e la più importante è quella che con più probabilità…non verrà comunque applicata. Se non altro perchè farlo potrebbe significare far terminare le partite per mancanza di calciatori. Il Presidente della Commissione Arbitri della UEFA, come riporta l’Evening Standard, annuncia che chi farà l’ormai celebre gesto dello schermo sarà ammonito. “Qualsiasi giocatore farà con le mani la forma dello schermo dovrà essere sanzionato”. Il tutto, mostrando una bella foto di Harry Maguire in Russia, che suggerisce al fischietto del match contro la Colombia di farsi un giro alla postazione VAR per verificare un episodio controverso. Sarà così? Complicato. Forse la norma verrà…dimenticata, esattamente come quella che prevede l’ammonizione per chi chiede…l’ammonizione.

NON SI VEDE – Secondo punto, il VAR c’è, non si chiede e non si vede neanche. Si era parlato della possibilità di mostrare sui tabelloni luminosi le immagini della review degli episodi, ma anche questa è un’opzione che è stata scartata. Sia per non causare ulteriori polemiche e reazioni da parte dei tifosi allo stadio, che per motivi logistici. Basti pensare, infatti, che due degli stadi più importanti che ospiteranno gli ottavi di Champions, Old Trafford e Anfield…non hanno il maxischermo. E quindi a Manchester e Liverpool sarà anche un problema far capire al pubblico sugli spalti che è in corso una VAR review. A meno che qualcuno non faccia il gesto dello schermo. Rischiando, però, di essere ammonito!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy