Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cesar Sampaio sulla finale del 1998: “Avevamo paura che Ronaldo morisse. Giocammo al 50% e Zidane segnò perchè….”

Il centrocampista ricorda le ore concitate antecedenti la finale fra Francia e Brasile. E svela anche perchè Zidane segnò due reti di testa pur non essendo la sua specialità...

Redazione Il Posticipo

Francia - Brasile, finale del 1998 che incorona per la prima volta i padroni di casa Campioni del Mondo. Dopo tanti anni, quella sfida fa ancora discutere, soprattutto per quanto accadde prima che le due squadre scendessero in campo. E, come riportato da Kicker, Cesar Sampaio ricorda cosa è successo nelle concitate ore che hanno preceduto la finalissima del Mondiale 1998.

PAURA - L'ex calciatore ricorda le ore drammatiche prima della sfida. "Otto o nove ore prima del finale, Ronaldo  ha avuto un tremendo spasmo in hotel. Una scena terribile, pensavamo che sarebbe morto. In quel momento lui era il miglior giocatore del mondo. Eravamo molto preoccupati". Il calciatore dell'Inter ha raggiunto l'ospedale, mente l'allenatore Mario Zagallo decide di far giocare Edmundo. Poi però è sceso in campo Ronaldo. Sampaio non si sbilancia su possibili "pressioni" dall'alto degli sponsor. "Sono stati i dottori a esaminarlo, non hanno trovato nulla e gli hanno dato il via libera quaranta minuti prima di scendere in campo. C'era chi era restio a vederlo in campo, ma Zagallo non voleva essere l'allenatore che perse la finale della Coppa del Mondo, mentre il miglior giocatore del mondo era appena seduto in panchina.".

ZIDANE - Il mattatore del match fu però Zidane. "Improvvisamente le cose si sono scatenate nello spogliatoio. Noi pensavamo che Ronaldo stesse rischiando la vita e ci eravamo comunque preparati con Edmundo. Non direi che è stata colpa di Ronaldo se abbiamo perso la finale. Ma da un punto di vista emotivo saremmo stati più sereni se Edmundo avesse giocato. Non eravamo nemmeno al 50 percento. Fra l'altro Ronaldo avrebbe dovuto prendere Zidane sui calci d'angolo". Zizou nella finale che lo consacrò Campione del Mondo segnò due delle tre reti della Francia di testa, non esattamente la sua specialità, da calcio da fermo...