Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Celades: “Abituati alle assenze. Se l’Atalanta è contenta di giocare con noi non ho molto da dire…”

Un Valencia con i cerotti, ma sempre insidioso. La squadra spagnola ha vinto su campi difficili e va comunque rispettata. Il tecnico lo ricorda in conferenza stampa...

Redazione Il Posticipo

Un Valencia con i cerotti, ma sempre insidioso. La squadra spagnola ha vinto su campi difficili e va comunque rispettata. Per tradizione ed esperienza, è un cliente da prendere con le molle, sebbene fosse quello che l'Atalanta sperasse. Celades è apparso in conferenza stampa prima della sfida di San Siro.

INFORTUNI - Scelte quasi obbligate per il tecnico del Valencia: "Purtroppo ormai ci siamo abituati a questo tipo di situazione. Mi dispiace per chi è rimasto a casa, perché comunque non può giocare, in uno stadio come San Siro, un ottavo di finale di Champions League. Sono molto felice per chi è cono noi ma non possiamo fare molto altro che prendere atto. Abbiamo una grandissima squadra". L'attenzione è su Florenzi. "È arrivato, ha segnato contro il Celta Vigo si è adattato rapidamente, ora ha la varicella, è una disgrazia dietro l'altra. Ha bisogno di riposo, ma un giocatore come lui ci dà qualità ed esperienza".

TIMORE - La sensazione è che il Valencia voglia sfruttare al massimo il fattore campo. Obiettivo, arrivare a giocarsi la qualificazione in casa. "dipendentemente dagli infortuni, domani proveremo comunque a cavarcela e cercheremo di tornare a casa con il miglior risultato possibile. Ho a disposizione diverse scelte anche dalla panchina, dobbiamo giocare contro una squadra che pratica un calcio molto offensivo,  ha il migliore d'attacco della Serie A. La loro stagione è impressionante, giocano senza pensieri e si divertono molto"

CHAMPIONS - In campionato il Valencia non brilla in trasferta: caduto contro il Getafe, che ci può stare, ma pesa anche la sconfitta a Mallorca. In Champions però è un'altra cosa. "Nelle ultime partite fuori casa non abbiamo fatto molto bene, però in Champions abbiamo vinto contro Ajax e Chelsea fuori casa. Il rendimento  al di là delle trasferte  con Getafe e Mallorca, ci soddisfa. Sono contento anche del seguito dei tifosi, se siamo arrivati sino a qui è anche grazie a loro. La loro presenza fa la differenza. Spero si godano la partita, sono anni che non giocavamo un ottavo di finale di Champions". Percassi ha detto che il Valencia è stato un regalo di Natale. "Questa è una sua opinione, sappiamo benissimo cosa ha detto. Se l'Atalanta è contenta di giocare contro di noi non ho molto da dire".