C’è posta per Dembelè, Tuchel lo aspetta a Londra

Il tecnico tedesco ha già iniziato a redigere la lista della spesa.

di Redazione Il Posticipo

La finestra di trasferimento di gennaio è nelle sue ultime ore e, salvo clamorose sorprese, il Chelsea dovrebbe limitarsi ad assistere alle operazioni senza intervenire. Del resto, il club londinese ha già abbondantemente aperto i cordoni della borsa. Dopo aver speso più di 220 milioni di sterline durante la finestra di trasferimento della scorsa estate, i Blues  non hanno in programma alcuna intervento, anche perché i cordoni della borsa sono stati abbondantemente aperti nella finestra estiva con l’arrivo di  alcuni elementi che, sotto la guida di Tuchel, potrebbero ritrovarsi, come Havertz e Timo Werner.

TUCHEL – Obiettivi puntati sull’estate dunque. E in questo senso Tuchel ha potuto esprimere i propri desideri. Secondo quanto riportato da Football London, il tecnico tedesco ha guardato molto in Budesliga, puntando Alaba,  Upamecano e Erling Haaland. Obiettivi non semplicissimi da centrare. E comunque meglio avere anche un piano B e C. Come Catalogna. Dove finalmente ha trovato spazio un vecchio e mai dimenticato allievo di Tuchel.  Ousmane Dembele. L’esterno francese dopo aver superato infortuni e incomprensioni con Valverde e Setien, ha ritrovato serenità e continuità di rendimento al Barcellona, dove, però, i noti problemi economici spingono il club a liberarsi di liberarsi di ingaggi pesanti e cedere qualche gioiello per rientrare delle spese. Identikit che porta dritti al francese.

LONDON, ENGLAND – JANUARY 27: Thomas Tuchel, Manager of Chelsea during the Premier League match between Chelsea and Wolverhampton Wanderers at Stamford Bridge on January 27, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

PUPILLO – Se Dembelé, come tutto lascia credere, in quanto anche Sport conferma un addio a giugno del calciatore, finisse sul mercato il Chelsea ha un indubbio vantaggio. La presenza di Tuchel. Dembelé è un suo pupillo. I due si son incrociati, con reciproca soddisfazione, ai tempi del Borussia Dortmund nella stagione in cui il ragazzo è esploso e si è fatto notare come uno dei migliori interpreti del ruolo in circolazione. 10 gol e 21 assist durante la stagione 2016/17. Quanto basta per voler riabbracciare il vecchio maestro. I soldi non sono un problema. Il Chelsea ama accontentare i propri allenatori, purché gli investimenti siano seguiti dai risultati. Tuchel, come Lampard, potrà redigere, con tutti i rischi annessi, la propria lista della spesa. I patti sono chiari. La dirigenza accontenta, ma va accontentata. Altrimenti sono guai. Al Chelsea la pazienza è inversamente proporzionale alla ricchezza.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy