C’è POST per te – La rivincita di Spinazzola. Il web si scatena: “Ma non era infortunato?”. “Si vede che non sta bene”. “Conte non guardare…”, “Crossa meglio di Biraghi”

C’è POST per te – La rivincita di Spinazzola. Il web si scatena: “Ma non era infortunato?”. “Si vede che non sta bene”. “Conte non guardare…”, “Crossa meglio di Biraghi”

Una settimana che l’esterno giallorosso non scorderà facilmente. Praticamente ceduto all’Inter, torna, gioca titolare, sfodera una prestazione maiuscola… e fa scatenare il web

di Redazione Il Posticipo

Leonardo Spinazzola è  decisamente l’uomo della settimana. Il calcio è strano e il destino si diverte a giocare a dadi con l’esterno sinistro che poche ore fa era a Milano. Praticamente ceduto all’Inter. La storia è nota: lo scambio salta. Il ragazzo rientra. E Fonseca lo schiera dal primo minuto, nonostante avesse saltato un paio di allenamenti. Scelta premiata da una grandissima prestazione dell’esterno.

UOMO PARTITA – Spinazzola, schierato a sinistra contro il Genoa, gioca una partita maiuscola. L’esterno è uno dei migliori in campo. E non lascia alcun dubbio sulle sue condizioni. Il giocatore c’è, eccome. Le immagini parlano da sole. Spinazzola corre, contrasta, attacca, difende, crossa… e segna. O meglio causa l’autogol che porta la Roma sul 2-0.

SLIDING DOORS- Una delle tante sliding doors di calciomercato. Una storia a lietissimo fine per il ragazzo che non nasconde la propria soddisfazione a fine partite. E il web, che si era già… riscaldato dopo il gol del raddoppio della Roma, si scatena. I tifosi giallorossi lo ricoprono di affetto. E anche gli interisti si interrogano sul perché l’affare non sia concluso anche in funzione della prova non indimenticabile di Biraghi. Non solo interisti, però. Anche i tifosi della Juventus si uniscono al dibattito, prendendo di mira Marotta e ironizzando sulle scelte del dirigente nerazzurro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy