C’è Post per te: i neutrali incoronano (e temono) Antonio Conte

La vittoria nel derby rilancia le ambizioni dell’Inter in chiave campionato e attira sia l’ammirazione che la “paura” dei neutrali. E qualche tifoso della Juventus arriva persino a complimentarsi…

di Redazione Il Posticipo

Migliore difesa del campionato. Terzo clean sheet in quattro partite giocate. Due a zero, un gol annullato per questione di centimetri, pali e traverse. L’Inter torna…contiana in campionato e spaventa la concorrenza, conquistando il pubblico dei neutrali. In Italia e all’estero riconoscono l’incidenza del tecnico leccese e candidano i nerazzurri come qualcosa in più di una semplice candidata al ruolo di anti Juve.

ESTERO  – Chi ha visto il derby dall’estero ha le idee chiare. L’Inter dà la chiara sensazione di essere una squadra solida, figlia legittima di un allenatore che concede poco all’avversario e che mira sopratutto al sodo. Un “risultatista” che riesce a cavare il massimo dai propri giocatori. E non sono pochi a pronosticare un futuro tricolore all’Inter. Qualcuno ritiene che addirittura dominerà il campionato. Qualche tifoso dell’Arsenal, addirittura, lo vorrebbe sulla sua panchina, non avendo molta stima di Emery…

“L’Inter vince con un comodo 2-0. Conte ha creato una squadra solida e pericolosa”

 

“Antonio Conte sta per dominare il campionato italiano”

 

“L’Inter vincerà il campionato italiano. Conte è migliore di Sarri dal punto di vista tattico”.

“Conte è un vincente seriale”

 

“Antonio Conte è un genio del football”

“Antonio Conte è un manager incredibile. È settembre e questa squadra è ben allenata e sembra che Conte li stia allenando da anni. Nel frattempo Emery non sa nemmeno quali scarpe indosserà domani”

 

ITALIA – Anche in Italia i tifosi neutrali (e anche qualche juventino chi a denti stretti e chi invece complimentandosi con l’ex allenatore bianconero) ammettono che l’Inter possa essere una delle candidate al titolo. Alcuni tifosi vedono chiaramente l’impronta dell’allenatore nerazzurro, sopratutto dal punto di vista della concentrazione e della ferocia nell’inseguire il risultato.

 

 

Restando in casa Juventus, però, c’è chi non vuole sentire parlare di “vedovanza” nei confronti dell’ex tecnico che si è accasato dagli acerrimi rivali. E perciò preferisce non allinearsi e…andare a dormire.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy