C’è post per te – Dopo un… Pochettino, ha ragione Mou: esordio al bacio e qualificazione

Per Mourinho esordio un al “bacio”. La sfida contro l’Olympiacos è stata spettacolare anche se all’inizio non sono mancati i momenti difficili. Ma il portoghese come sempre è stato protagonista, soprattutto sui social dopo una scenetta con il raccattapalle.

di Redazione Il Posticipo

Mourinho in casa, e all’esordio, di solito è una garanzia assoluta. Lo Special One, sebbene non abbia particolare confidenza con la Champions quando siede sulle panchine inglesi, non si è mai fatto sorprendere tra le mura amiche. La sfida contro l’Olympiacos è stata spettacolare anche se all’inizio non sono mancati i momenti difficili.

BANDIERA – Il Tottenham va subito sotto di due goal contro i greci. Non un ottimo approccio. E parte dei tifosi inglesi ricorda allo Special One, con una mega bandiera di Mauricio Pochettino, quanto non sia stato troppo benvoluto al Tottenham. O forse era solo un modo per salutare l’ex allenatore degli Spurs. In ogni caso dopo lo 0-1 la situazione si fa alquanto pesante per il portoghese.

 

0-2  – Pronti, partenza, via e il Tottenham è sotto di due gol. Qualcuno osa criticare, ma c’è chi è più saggio. In fondo si sa che è meglio non fidarsi mai dello Special… e giustamente è il caso di mettere le mani avanti.

BACIO  – Mourinho non guarda in faccia nessuno e se è necessario interviene anche con il bisturi. Taglia e ricuce il suo Tottenham, togliendo Dier e inserendo Eriksen e il paziente risponde alla perfezione. Arriva il pareggio che zittisce i detrattori.  Lo show comunque è garantito a bordo campo: Mou ringrazia con un “bacetto” il raccattapalle che ha permesso la rapida rimessa in gioco e il pareggio di Kane. Non c’erano dubbi. Lo Special One regala, come previsto, lo show che illumina le notti di Champions. Ma qualcuno scherza sulla vicenda del raccattapalle: “E poi dicono che Mourinho non utilizzerà il settore giovanile del Tottenham”

COME AL SOLITO – Non mancano ovviamente i commenti umoristici di chi ha perso un’occasione per criticare. In molti stanno facendo riferimento al continuo sali-scendi dal carro dello Special One. Qualcuno ironizza ribattezzandolo “Don Mourinho” per il bacio al giovane raccattapalle, ma il bello deve ancora venire. E quando arrivano il terzo ed il quarto gol, la rete, ovviamente, impazzisce: Mou e la “Special Rimonta”. Neanche troppo inaspettata…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy