Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

C’E POST PER TE – De Ligt con il turbante. E i tifosi fra serio e faceto: “Erede di Chiellini”, “Appena è uscito abbiamo preso gol”

Matthijs De Ligt è l'erede di Giorgio Chiellini. Il giovane olandese diventa il nuovo 'Chiello' per via del... turbante. Ma anche un po'... Morgan.

Redazione Il Posticipo

A volte, nel calcio bisogna voltare pagina. Ma capiti che ci si affezioni a un giocatore e quando questo non può essere in campo si cerchi un vice o  un erede. Beh, la partita tra Lione e Juventus è la definitiva affermazione del fatto che il povero Matthijs De Ligt sia... l'erede naturale di Giorgio Chiellini. E non solo per lo stile di gioco. Il giovane olandese diventa il nuovo "Chiello" per via del... turbante.

CON-TURBANTE - La partita tra Lione e Juventus non è cominciata da molto, quando il ragazzo, in seguito a uno scontro fortuito,  rimane contuso alla testa. Il contatto, sebbene non grave, è impressionante. L'olandese è una maschera di sangue. Indispensabile fermare  il gioco per permettergli di farsi suturare.  Lui esce, e il Lione sfrutta cinicamente la superiorità numerica. De Ligt però ha voglia di tornare in campo e lottare con i compagni. E rientra con il turbante di... Chiellini. E ai tifosi - quasi - è passata l'arrabbiatura per far spazio a un po' di sana nostalgia.

EREDE VERO - A quanto pare, però, un po' d'amarezza rimane.  De Ligt sta dando una certa sicurezza al reparto arretrato ed è bastato che uscisse un attimo per farsi medicare che come per magia la Juve prende gol.

DIFESA +1 - Tuttavia, al rientro in campo del difensore qualcuno si tranquillizza. Non solo per le condizioni del ragazzo ma anche per come rientra. E come nei giochi di ruolo, l'eroe bianconero sembra aver equipaggiato un nuovo oggetto: "De Ligt ha aggiunto il componente cuffia di Chiellini" difesa +1.

MORGAN - Ovviamente, c'è chi, sottolineando la tempra del giovane olandese che non si scompone troppo per questa ferita, cavalca l'onda del meme del momento frutto del Festival di Sanremo.  E De Ligt diventa... Morgan.