C’è post per te – Chiesa a caccia disperata del gol, fra ironia e solidarietà. E alla fine vince lui….

Una partita nella partita per Federico Chiesa, disperatamente a caccia della sua prima rete in Nazionale. Il web lo incoraggia, fra ironia e solidarietà. E alla fine vince lui…

di Redazione Il Posticipo

Una notte del tutto particolare per Federico Chiesa. Il calciatore della Fiorentina va anche lui a caccia dei record. Molto semplicemente, cancellare lo “0” dalle reti realizzate in nazionale, proprio nella sera in cui raggiunge sue padre Enrico per presenze. Il ragazzo, come si suol dire, batte e si sbatte, sino a giocare una personalissima partita nella partita contro un avversario abbastanza generoso in difesa. Il gioiellino della viola ci prova in tutti i modi, ma un po’ per imprecisione, un po’ per sfortuna, fatica maledettamente a trovare la via della rete. E quando, all’ennesimo tentativo colpisce la traversa, il web dimostra di apprezzare perlomeno l’impegno incoraggiando il ragazzo fra ironia e solidarietà. La debolezza dell’avversario e la vena azzurra lasciano ben sperare, poi però qualcosa cambia. Il talentuoso figlio d’arte è atteso al varco dai tifosi  che hanno voglia di festeggiare la sua prima rete in nazionale. E dopo i gol di Immobile e Zaniolo ritengono che sia il momento giusto. Non c’è verso, però…

Arrivano il sesto e il settimo, gol, poi anche l’ottavo. Al momento del rigore, Chiesa guarda Jorginho quasi supplichevole: uno sguardo traducibile con un “vorrei tirarlo io…” ma il centrocampista del Chelsea è irremovibile. Va sul dischetto e segna. Arriva anche la rete di Orsolini, da subentrato. 8-0. Segna anche l’Armenia. Sul tabellino ci sino praticamente tutti tranne lui… ma il momento giusto arriva all’80’ fra applausi e ironia. E arrivano anche i complimenti ufficiali.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy