C’è post per te: Ancelotti torna Carletto per molti, ma non per tutti. Dallo “Sciacquatevi la bocca” al “Nel secondo tempo mai un tiro in porta”

Il Napoli a un passo dalla qualificazione pareggiando ad Anfield. Non basta, però, a Carlo Ancelotti per guadagnarsi la stima di tutti i tifosi azzurri.

di Redazione Il Posticipo

Il Napoli centra la qualificazione ma non basta. Ancelotti torna Carletto per molti, ma non per tutti. La scelta del 3-5-2 ha pagato. Una partita giocata come si doveva e poteva da parte degli azzurri che, trovato il vantaggio, hanno pensato soprattutto a gestire il punteggio, preziosissimo in chiave qualificazione. Nel doppio confronto Ancelotti è imbattuto contro Klopp ma evidentemente non è bastato. La tifoseria si è spaccata in due: da una parte l’esigente pubblico azzurro che ha rimproverato alla squadra l’essere troppo rinunciataria. Dall’altra, invece c’è chi apprezza il calcio “pane e salame” che potrebbe riaprire nuove prospettive stagionali.

PRO – Il risultato, a volte, viene prima dello spettacolo. E comunque pareggiare in casa del Liverpool, abituato a tritare chiunque passi da quelle parti, non capita tutte le sere. Gli ancelottiani applaudono a scena aperta le scelte del tecnico, che comunque porta a casa una preziosissima qualificazione che, per come si è messa la stagione, è oro colato.

CONTRO – C’è chi invece non ha affatto apprezzato il gioco né l’atteggiamento del Napoli. Si salva solo il risultato ma non si ritiene che la squadra sia progredita sul piano del gioco. E qualcuno ritiene che il gol del pareggio del Liverpool sia figlio sia dell’atteggiamento eccessivamente rinunciatario che di una sostituzione tardiva.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy