Cavani, “vendetta” rimandata. Il Marador resta a Manchester

Il centravanti uruguaiano non parte alla volta di Parigi per la sfida di Champions

di Redazione Il Posticipo

Il primo turno di Champions era cerchiato in rosso, dai tifosi del PSG e da quelli dello United, subito dopo l’annuncio di Cavani ai Red Devils. Inveve il ritorno del Matador nel… parco di casa è rinviato a data da destinarsi. Come riportato da Le Parisien, l’attaccante sudamericano non è nella lista dei convocati di Solskjaer.

RITARDO – L’ex calciatore del PSG è evidentemente in ritardo di condizione. Ha ripreso ad allenarsi per la prima volta con i compagni solo all’inizio della settimana e Solskjaer non lo ha voluto rischiare. Sfuma, così, il ritorno più atteso. Stupisce, chi si stupisce. Solskjaer aveva lasciato intendere che il suo attaccante non si sarebbe unito ai compagni perché ancora in ritardo dal punto di vista fisico. Al suo arrivo a Manchester, del resto, il calciatore ha dovuto prima osservare due settimane di quarantena che sommate ad un assenza di quasi sette mesi dal campo ha inciso su un calciatore integro ma comunque non più giovanissimo.-Una scelta conservativa, dunque, quella del tecnico norvegese che non ha voluto correre rischi con un rinforzo che ha firmato per le prossime due stagioni.

SPIACENTE – Anche se a mezzo servizio, comunque, meglio sempre non avere un Cavani come avversario. Anche se Tuchel, in conferenza stampa, ha ribadito il proprio dispiacere per l’addio del calciatore. “L’addio di Cavani dal PSG non è stata deludente ma triste. Avrei voluto che tutta la squadra fosse stata con noi nella fase finale di Champions League in Portogallo. Cavani è stato decisivo per noi contro il Dortmund. E lo è ancora. Si parla del capocannoniere nella storia del PSG, di  un giocatore con una grande personalità. Un calciatore fantastico che ha scritto la storia del club”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy