Caso Xhaka, interviene anche Guardiola: “Perdonatelo, può succedere di perdere il controllo”

Il caso del centrocampista svizzero continua a riempire le pagine dei tabloid inglesi. Il ragazzo trova anche un altro “sponsor” in Pep Guardiola.

di Redazione Il Posticipo

Anche Guardiola sta con Xhaka. Il caso del centrocampista svizzero, che non sarà in campo neanche contro il Wolverhampton, continua a riempire le pagine dei tabloid inglesi. Il ragazzo trova anche un altro “sponsor” in Pep Guardiola. Il tecnico del Manchester City come riportato dal Daily Mail ha speso parole di incoraggiamento per il (forse ex) capitano dell’Arsenal.

CAPITO – L’atteggiamento dell’opinione pubblica è cambiato nel momento in cui il centrocampista svizzero ha spiegato le cause scatenanti di una reazione apparsa spropositata. E l’allenatore dei Campioni d’Inghilterra ha espresso il proprio punto di vista sulla questione. “Certamente dobbiamo rispettare i nostri tifosi, anche se a volte non è facile per i giocatori. Posso capire Xhaka, provare a percepire cosa abbia provato in quei momenti anche se non so esattamente cosa gli sia scattato dentro. Del resto non sono neanche la persona migliore per giudicarlo, perché a volte perdo anche il controllo delle mie emozioni. Però devi provarci perché alla fine il calcio  è solo un gioco, quindi la cosa migliore è scendere in campo per divertirsi e cercare di fare del proprio meglio”.

AIUTO – I fan dell’Arsenal, dopo le spiegazioni, sembrano ben disposti a perdonare il loro giocatore, anche se qualche “sacca” ritiene che debba comunque lasciare il club. O perlomeno rinunciare alla fascia di capitano, da destinare a qualcun altro. Anche in questo caso Guardiola sposa la tesi della comprensione. “Sono abbastanza sicuro che Xhaka dia assolutamente tutto quello che ha, per fare del suo meglio per l’Arsenal. E credo che si impegni insieme ai suoi compagni di squadra per aiutarli a vincere. Se è il capitano significa che ha qualcosa di speciale negli spogliatoi. Quello che è successo è ormai accaduto. Capita di perdere il controllo. Sarà dimenticato e si guarderà al futuro. E spero che i tifosi lo perdonino. Xhaka può tornare ad essere il giocatore incredibilmente forte che è sempre stato”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy