Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caso Sanè, Rummenigge attacca Guardiola: “Non sa mica tutto quello che succede al Bayern…”

Guardiola punge il Bayern sul caso Sanè. E i campioni di Germania rispondono per le rime, con Karl-Heinz Rummenigge che lancia una bella frecciata al suo vecchio allenatore...

Redazione Il Posticipo

C'eravamo tanto amati, ma sul mercato non si fanno favori neanche ai vecchi amici. Pep Guardiola è rimasto a Monaco di Baviera per tre stagioni. Giusto il tempo di vincere altrettante volte la Bundesliga, senza però riuscire in quel che aveva fatto il suo predecessore Heynckes: sollevare la Champions. Nel 2016 è dunque arrivato l'addio, senza rottura ma anche senza che nessuna delle due parti in causa si strappasse troppo i capelli per la separazione. Il Bayern, comunque, è rimasto nel cuore di Pep. Almeno a giudicare dal suo profilo Instagram, visto che continua a seguire i bavaresi sui social. E per questo...è informato.

PUNZECCHIATA - Prima del match (poi perso ai calci di rigore) contro i Wolves, Guardiola ha infatti parlato proprio del Bayern e dei tentativi del club tedesco di acquistare Leroy Sanè. "Speriamo che possa restare qui la prossima stagione e quella dopo ancora. So che al Bayern Monaco piace tanto parlare di Leroy, io invece non parlo mai dei giocatori di altri club". Guardiola sembra parlare con cognizione di causa, come se sapesse che in effetti il suo calciatore è argomento di conversazione nelle stanze dell'Allianz Arena. Che ci sia una talpa? Chissà. Ma intanto, arriva la risposta stizzita dei bavaresi.

RISPOSTA - E a prendersela con Guardiola, come riporta la Bild, è Karl-Heinz Rummenigge, che riprende le dichiarazioni dell'ex tecnico e lancia una frecciatina. "Non so se Pep sa tutto quello che succede nel nostro club...". Questa l'unica novità riguardo Sanè, visto che il numero uno dei bavaresi non ha voluto dire altro. Il tedesco del City, comunque, continua a far parlare parecchio, più sul fronte del mercato che per le prestazioni in campo. Ha fatto parte dell'undici titolare del match contro il Wolverhampton, ma se non arriverà il rinnovo, il futuro dovrebbe essere lontano dall'Etihad. E questo, di certo, Guardiola non può non saperlo...