Caso Sala: lo Swansea minaccia i tifosi e la polizia sta cercando il responsabile del finto biglietto

Caso Sala: lo Swansea minaccia i tifosi e la polizia sta cercando il responsabile del finto biglietto

Dopo la circolazione dell’immagine di finti biglietti aerei a nome di Emiliano Sala, lo Swansea si schiera ma non da solo: la polizia cerca il responsabile in collaborazione con i club.

di Redazione Il Posticipo

Il derby gallese di Premier League si avvicina. E con il conto alla rovescia che porterà al calcio d’inizio cominciano anche le prime schermaglie tra tifoserie. Sui social c’è già chi minaccia sfotto. E questa è la norma nonché una delle parti più divertenti dei derby. Tuttavia, non bisogna esagerare, cosa che un tifoso dello Swansea ha fatto. Sui social, dalla serata di ieri,  ha cominciato a circolare l’immagine di un finto biglietto aereo della Swansea Airlines a nome di Emiliano Sala. Inaccettabile. E ora, a quanto riportato dal Guardian, la polizia sta cercando il responsabile.

LA POLIZIA – Il quotidiano britannico riporta le dichiarazioni della polizia gallese che sembra volersi dar pace soltanto una volta che il responsabile verrà identificato: “Collaboreremo a stretto contatto con Cardiff City e Swansea per identificare la fonte. Vorremmo ricordare alle persone di non condividere quell’immagine per non commettere offese“. Importante, infatti, è anche l’appello rivolto agli utenti del web volto a cercare di dare meno eco mediatica possibile all’infausta immagine.

VALORI – Tuttavia, l’immagine continua a circolare e uno dei tanti problemi che comporta è il cono d’ombra (per associazione visiva) sullo Swansea, club e tifosi, vista la presenza dello stemma sui finti biglietti. È proprio il club a esternare con un comunicato il proprio disappunto in merito alla questione: “L’immagine è davvero vergognosa e non rappresenta questo club né i suoi tifosi. Tolleranza zero con ogni comportamento discriminatorio, inaccettabile e antisociale“. Ovviamente, non poteva mancare, l’avvertimento: “Qualsiasi tifoso che mostrerà questo materiale o che si comporterà in maniera inaccettabile affronterà procedimenti legali“. Insomma, lo Swansea non vuole più saperne di queste storie e ammonisce i propri tifosi: del resto, nel calcio, così come nello sport in generale, è importante insegnare e tramandare valori e il club gallese non vuole esimersi da questo compito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy