Caso Pavoletti, Nainggolan si sfoga sui social: “Ora la tastiera del telefono scotta a molti…”

Caso Pavoletti, Nainggolan si sfoga sui social: “Ora la tastiera del telefono scotta a molti…”

Da isola felice a polveriera il passo è decisamente breve. Il Cagliari è scosso dal caso Pavoletti, con l’attaccante che forse dovrà di nuovo operarsi al ginocchio quando era quasi pronto al rientro. Tra fake news e polemiche, il leader della squadra non ci sta.

di Redazione Il Posticipo

Da isola felice a polveriera il passo è decisamente breve. Il Cagliari ha iniziato il campionato con il piede giusto, ma poi qualcosa si è rotto, considerando che i rossoblù non vincono…da un anno. L’ultima esultanza al fischio finale degli uomini di Maran è datata 5 dicembre, nel match di coppa Italia contro la Sampdoria. Poi, buio pesto. In campionato sono arrivate nove partite senza vincere e anche in coppa l’eliminazione per mano dell’Inter. Dunque, il caso Pavoletti, con l’attaccante che forse dovrà di nuovo operarsi al ginocchio quando era quasi pronto al rientro, scuote l’ambiente. E causa polemiche, al che il club e il leader della squadra non ci stanno.

COMUNICATO – Il Cagliari ha già preso posizione ufficialmente sulle voci riguardo l’infortunio di “Pavoloso”, una serie di notizie che parlavano di un litigio finito male in un locale con un compagno di squadra. “Un florilegio di ricostruzioni fantasiose che non meritano di essere minimamente commentate”, spiega la società in un comunicato. Ma siccome prevenire è meglio che curare, prende la parola anche uno dei leader dello spogliatoio. Radja Nainggolan guida la squadra in campo con la fascia al braccio (anche se non ci sarà per squalifica nel match contro il Napoli), ma soprattutto si mette in prima fila fuori. Lui, che sa benissimo cosa significa finire sotto i riflettori per storie non edificanti, ringhia su Instagram.

SFOGO – Una story nella serata di martedì, in cui il capitano rossoblù si scaglia contro chi diffonde notizie false, scatenando voci che in un momento complicato in campo certamente non fanno il bene della squadra. E quindi il belga si sfoga amaramente: “Ora la tastiera del telefono scotta a molte persone. Ci sono delle persone che raccontano delle storie in note vocali assolutamente assurde. ora parlano tutti, poi dicono che vogliono bene al Cagliari. Buonanotte a tutti quelli che vogliono andarci contro, baci. Per concludere non c’è nessun litigio dentro lo spogliatoio”. Una presa di posizione netta. Basterà a far smettere il turbinio del passaparola?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy