Caso Neymar, adesso rischia Najila: accusa di calunnia, estorsione e frode

Caso Neymar, adesso rischia Najila: accusa di calunnia, estorsione e frode

Ennesima puntata del caso Neymar, ma questa volta i ruoli dei protagonisti sono totalmente rovesciati. Secondo quanto riportato da AS,  Najila Trindade Mendes de Souza è stata accusata  di frode procedurale, calunnia ed estorsione.  

di Redazione Il Posticipo

Da accusatrice ad accusata. Ennesima puntata del caso Neymar, ma questa volta i ruoli dei protagonisti sono totalmente rovesciati. Secondo quanto riportato da AS,  Najila Trindade Mendes de Souza è stata accusata  di frode procedurale, calunnia ed estorsione.

INDAGINE – Secondo quanto riportato dal sito spagnolo che ha riportato la notizia da Globo, la polizia avrebbe completato le indagini riguardante la posizione della modella, che non ne esce benissimo. Secondo quanto riportato, infatti, la giustizia si muoverà nei confronti della donna. Nella dichiarazione resa pubblica dall’Ufficio di Pubblica Sicurezza le autorità hanno deciso di accusare Najila che dovrà rispondere davanti al giudice dei crimini di calunnia, diffamazione ed estorsione. In più entra in scena, anche lui come accusato l’ex marito Estivens Alves. Sull’uomo pende l’accusa di  frode. Sembra infatti che sia stato lui a divulgare i contenuti dell’incontro.

I FATTI – I fatti sono noti: l’attaccante del Psg era stato accusato dalla modella 26enne Najila Trindade. La donna aveva denunciato un’aggressione  che sarebbe stata consumata in un hotel di Parigi nello scorso mese di maggio. Il calciatore ha sempre negato di essere coinvolto nella vicenda. La modella inoltre ha anche denunciato il furto di un tablet dove c’era il video che avrebbe dovuto presentare alla polizia come prova dello stupro. La posizione del fuoriclasse brasiliano è stata poi archiviata.

ARCHIVIATO – Le novità riguardano sopratutto l’avvocato di Najila che si sarebbe dichiarato, come riporta il quotidiano spagnolo, sorpreso dall’evolversi della vicenda.  La posizione del fuoriclasse brasiliano invece non cambia:  è  e resta archiviata già dallo scorso mese di luglio,  in quanto le prove presentate dalla modella erano state giudicate incoerenti. E comunque insufficienti. Adesso, dopo avere accusato Neymar, a quanto sembra dovrà essere la modella a doversi difendere di fronte ai giudici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy