Caso Messi, l’ex agente Minguella frena: “Nessuno comprerà Leo sapendo che potrebbe arrivare una richiesta di risarcimento da 700 milioni…”

Caso Messi, l’ex agente Minguella frena: “Nessuno comprerà Leo sapendo che potrebbe arrivare una richiesta di risarcimento da 700 milioni…”

Dalla Spagna filtrano notizie sulla volontà da parte della Pulce di sedersi a un tavolo con il Barcellona per chiarire la situazione. Dal Camp Nou, però, sarebbe arrivato un no. Ma Messi può andarsene a zero o no? Il suo ex procuratore spiega che gli avvocati dell’argentino forse hanno fatto il passo più lungo della gamba.

di Redazione Il Posticipo

Dopo l’esplosione del caso, si parla. O almeno, questo è quello che vorrebbe fare Leo Messi. Dalla Spagna filtrano notizie sulla volontà da parte della Pulce di sedersi a un tavolo con il Barcellona per chiarire la situazione. Dal Camp Nou, però, sarebbe arrivato un no. O si parla di rinnovo oppure non c’è nulla da discutere. Messi resta un calciatore del club e chi lo vuole deve sborsare 700 milioni di euro, l’ammontare della sua clausola rescissoria. Non può liberarsi a zero, visto che i tempi per l’utilizzo della sua clausola di fuga sono scaduti. Chi ha ragione? Josep Maria Minguella, che ha curato il trasferimento di un giovanissimo Messi in Catalogna, ha le idee chiare e lo spiega a un canale Youtube, come riporta Marca.

POSIZIONI – Secondo l’ex agente della Pulce, il team legale di Messi ha fatto il passo più lungo della gamba, basando la propria posizione sull’allungamento della stagione. Ma non è detto che questo concetto venga sposato in caso di disputa legale. “Sono sei mesi che Messi ha interrotto qualsiasi possibilità di riavvicinamento o di rinnovo e lo ha fatto sapere al club. Sapeva che non avrebbe negoziato, che era stanco delle bugie. Ma i suoi avvocati hanno fatto un salto nel vuoto, qualcuno ha suggerito loro che con gli stop ai campionati erano cambiate le date dei contratti. E la posizione del Barcellona è che il contratto è ancora in vigore, perchè non c’è stata alcuna modifica alle date”.

RISCHIO – Uno stallo simile rischia di impedire anche un trasferimento del calciatore. Rischiare di vedersi arrivare…un conto da 700 milioni non conviene a nessuno. “Le interpretazioni diverse della clausola fanno sì che nessun club possa fare un passo avanti. Comprare un giocatore assumendo il fatto che arrivi a parametro zero ma con la possibilità che un giorno arrivi una richiesta legale di pagare 700 milioni non è semplice. La FIFA, in caso di scontro, potrebbe dare a Messi la possibilità di giocare con la sua nuova squadra, ma il Barcellona potrebbe denunciare Leo perchè ha firmato due contratti. Con il passare del tempo ci sono contatti tra i due uffici legali. E oggi come oggi, quello di Messi non ha molto chiara la situazione. Dunque c’è il 90% di possibilità che Leo rimanga al Barça”. Ecco perchè ora, dopo lo scontro, si potrebbe tentare una mossa più conciliante. Ammesso che il Barça abbia voglia di farlo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy