Caso Marcelo, il brasiliano è rassegnato: “Sempre pronto, finchè c’è vita c’è speranza…”

Caso Marcelo, il brasiliano è rassegnato: “Sempre pronto, finchè c’è vita c’è speranza…”

Come vive Marcelo la sua situazione al Real? Cosa ne pensa dell’essere passato da punto fermo a riserva di Reguilón? Difficile a dirsi, a meno di non seguirlo…sui social. E non sono buone notizie per Solari…

di Redazione Il Posticipo

Ancora Real, ancora Marcelo. Il brasiliano è uno dei grandi problemi dei Blancos. Quando gioca, spesso e volentieri viene accusato di essere il punto debole della difesa di Solari per la sua vocazione ultra offensiva. Quando non gioca, beh, è pur sempre uno dei migliori terzini del mondo che viene lasciato in panchina per fare spazio a Reguilón. Che sarà anche un ragazzo di ottime speranze, ma che comunque deve ancora crescere (anche se gli insulti a Messi e Suarez nel Clasico denotano perlomeno parecchia personalità). E Marcelo, come vive la sua situazione? Difficile a dirsi, a meno di non seguirlo…sui social.

RASSEGNAZIONE – Il messaggio del brasiliano prima della partita contro l’Ajax, che rischia di essere l’ultima spiaggia stagionale per il Real Madrid, non è esattamente di quelli che ci si aspettano da un leader. Sergio Ramos ha chiamato i tifosi a raccolta, Modric ha parlato in conferenza stampa e su Instagram Marcelo…sembra abbastanza rassegnato. “Sempre pronto. Finchè c’è vita, c’è speranza”. La speranza di giocare da titolare, visto che ormai sembra accantonato in favore del giovane spagnolo? In fondo, non è che il Real parta con gli sfavori del pronostico o da una posizione di svantaggio. Di sperare sul risultato, a ben vedere, non è che ci sia molto bisogno. E quindi più semplice pensare che Marcelo…parli di se stesso…

ADDIO – Non aiuta certo il fatto che i giornali spagnoli, con AS in testa, hanno già dato il brasiliano come futuro partente. La società avrebbe deciso che il terzino deve fare i bagagli, il che spiegherebbe anche l’impiego continuo di Reguilón, che rappresenta di certo più il futuro del Real rispetto al numero 12. E a questo punto, spera sempre di più la Juventus, che può sfruttare lo strettissimo rapporto del terzino con Cristiano Ronaldo per convincerlo a fare un salto in Serie A, sulla scia dell’esperienza bianconera dell’amico Dani Alves. Del resto, Marcelo è sempre pronto. Anche per un trasloco?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy