Caso Gasperini, gli spagnoli furiosi con il tecnico: “Sapeva ed è stato zitto”, “viene qui col coronavirus e pretende anche l’applauso…”

La questione Gasperini continua a tenere banco. È passata quasi una settimana dall’intervista in cui il tecnico dell’Atalanta ha raccontato di aver avuto il coronavirus, ma non si spegne la polemica che riguarda la trasferta dei nerazzurri a Valencia. E al botta e risposta mediatico fa compagnia anche quello social…

di Redazione Il Posticipo

La questione Gasperini continua a tenere banco. È passata quasi una settimana dall’intervista in cui il tecnico dell’Atalanta ha raccontato di aver avuto il coronavirus, ma non si spegne la polemica che riguarda la trasferta dei nerazzurri a Valencia. Il club spagnolo ha protestato, chiedendosi perchè, se sapeva di avere sintomi associabili al Covid-19, Gasp non lo abbia comunicato prima del match. L’allenatore della Dea ha risposto per le rime, spiegando di aver saputo di essere stato infetto solamente nel mese di maggio. Ma al botta e risposta mediatico, a cui si è associato anche l’attaccante degli spagnoli Rodrigo, fa compagnia anche quello social…

REAZIONI – E in Spagna continua a non andare giù il comportamento di Gasp, che viene attaccato da parecchi tifosi iberici, con qualcuno che chiede addirittura l’intervento della federazione europea… “Si sente attaccato dal Valencia? Speriamo che succede la stessa cosa da parte della UEFA”

Sono in molti ad accusare Gasperini di aver taciuto consapevolmente sulle proprie condizioni per terminare gli ottavi di Champions. “La cosa brutta è che non hanno detto nulla per passare il turno, pur sapendo che avrebbero esposto al coronavirus moltissima gente in un’altra città e in un altro paese. Sono senza vergogna”

E la rabbia degli spagnoli non si placa: “Viene qui col coronavirus e pretende anche che gli si faccia l’applauso. Pagliaccio”

Quello che viene maggiormente imputato all’allenatore dell’Atalanta è l’aver cambiato versione riguardo le sue condizioni prima del match. E non sono pochi i tweet in cui i tifosi del Valencia riportano le dichiarazioni di una settimana fa, in cui spiegava di essere stato male il giorno prima della partita con il Valencia, messe a confronto con quelle più recenti di Gasperini.

E persino dalla Germania qualcuno risponde al tecnico della Dea: “No, signor Gasperini, considerando come il #Coronavirus si è sviluppato in Italia e come ha colpito il Valencia, la critica non è una “polemica offensiva”, ma un ragionamento sul fatto che il tuo comportamento potrebbe avere qualcosa a che fare con tutto questo”.

Insomma, non si placano le polemiche riguardo il match dell’Atalanta a Valencia. E l’impressione è che se ne parlerà ancora a lungo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy