Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caso Dembelè, la frecciata di Stoichkov: “Ha sbagliato ed è imperdonabile. I tifosi non lo appoggeranno mai”

 (Photo by Maja Hitij/Bongarts/Getty Images)

Il Barça è ancora alle prese con il caso Dembelè e riceve...la visione di Hristo Stoichkov. Il bulgaro non si è certo morso la lingua quando ha dovuto dire la sua sulla situazione...

Redazione Il Posticipo

In Catalogna, ma non solo, ci si fanno parecchie domande su Ousmane Dembelé. La prima è se tornerà mai ai suoi livelli, o almeno quelli che gli hanno permesso di essere l'oggetto del desiderio del Barcellona. Dal suo arrivo in Catalogna, però, la stella del giovane francese sembrava essersi eclissata. Un periodo di difficoltà abbastanza lungo in cui sono susseguite diverse voci legate sia alla sua tenuta fisica che ai problemi comportamentali. E poi c'è la questione rinnovo. Il suo contratto scade nel giugno 2022 e sarebbe davvero una beffa economica e morale per il club, a cui è costato 120 milioni e che lo ha anche pagato profumatamente nelle ultime stagioni, se il francese decidesse di andarsene a parametro zero.

NIENTE ADDIO - Ecco perché il Barcellona voleva che il giocatore se ne andasse…a gennaio. A dichiararlo senza mezzi termini è stato il direttore sportivo Alemany ai microfoni di Barça TV. Qualche settimana fa dirigente blaugrana ha dato il foglio di via al transalpino, spiegando che il club ha fatto davvero di tutto per trattenerlo, ma senza risultati. Ma è arrivata la replica via social del francese, che ha detto di voler impedire a chiunque di dare l'impressione che non sia coinvolto nel progetto sportivo o di attribuirgli intenzioni che non ha mai avuto. Dunque, niente partenza per il transalpino, che a questo punto se ne andrà gratis a giugno. Per la rabbia di un grande ex come Hristo Stoichkov. Parlando a BeIN Sport, il bulgaro non si è certo morso la lingua quando ha dovuto dire la sua sulla situazione del calciatore al Barça...

IMPERDONABILE - "Credo che Dembélé abbia sbagliato e che sia imperdonabile. E lui stesso sa che i tifosi non lo appoggeranno. Deve cambiare mentalità. Ma il suo problema è che non conosce la storia del club". Ed ecco perchè, quando è arrivata la prima convocazione a seguito del mercato invernale, contro l'Atletico Madrid (pur non giocando neanche un minuto), i tifosi sono stati spietati con lui. A Stoichkov però sembrano interessare le prestazioni del francese, che avrebbe tutti i mezzi per fare bene, ma... "Non mi importa quanto sia stato pagato, quello che mi interessa è quello che succede durante le partite. Ha qualità, è rapido, segna. Ma il suo problema è la gente che gli sta attorno". Insomma, come sempre il Pallone d'Oro 1994 rende abbastanza chiara la sua opinione...