Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caso Bale: il desaparecido di lusso non convocato per sua scelta? Il Real smentisce, ma…

Essere pagati fior di soldi per...non fare praticamente nulla e vivere giorno dopo giorno accanto a calciatori tra i migliori al mondo. Il sogno di molti tifosi. E quello che sta facendo Gareth Bale, che salterà anche quella che potrebbe essere...

Redazione Il Posticipo

Essere pagati fior di soldi per...non fare praticamente nulla e vivere giorno dopo giorno accanto a calciatori tra i migliori al mondo. Il sogno di molti tifosi. E quello che sta facendo Gareth Bale, che in teoria farebbe parte proprio di quei giocatori lì, ma che oramai nel Real Madrid è un turista di lusso. Nelle ultime giornate il gallese ha passato le partite quasi sempre in panchina, prima dormendo, poi giocando a fare il pirata con il cannocchiale e alla fine prendendo parte, seppure controvoglia, ai festeggiamenti per la Liga numero 34 nella storia della Casa Blanca, saltellando senza troppa convinzione come...a prendere in giro tutti.

NON CONVOCATO - E adesso che la missione è compiuta, Bale può anche permettersi di rispondere di no alle convocazioni. Come riporta OndaCero, la sua assenza dai convocati per l'ultima sfida stagionale, la passerella contro il Leganes, è dovuta a una precisa richiesta del calciatore. Che così si perderà quella che a conti fatti poteva essere l'ultima partita di Liga della sua carriera. Che il calciatore sia sul mercato non è un mistero, anche se è sempre più complicato che qualcuno decida di scommettere su di lui e soprattutto di pagargli l'ingaggio faraonico che il Real Madrid dovrà pagargli, a meno di una clamorosa rescissione consensuale, fino al 2022. Il club però, come spiega AS, smentisce che sia stato il giocatore a chiedere di non partecipare al match, spiegando che si tratta di una scelta tecnica di Zidane.

CHAMPIONS LEAGUE - Il tutto mentre l'entourage di Bale, interpellato al riguardo, decide addirittura di non rispondere. Insomma, un caso in piena regola. Se la stagione finisse oggi, poco male, perchè il gallese separato in casa era e tale rimane. Il problema è che il Real Madrid ha ancora almeno una partita da giocarsi e anche una discretamente importante: il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Manchester City. E nelle ultime coppe sollevate dalla squadra di Zizou, l'apporto di Bale è stato importante tanto quanto quello di Cristiano Ronaldo. Il dubbio quindi resta: per provare ad alzare la quattordicesima il francese punterà ancora su di lui o il numero 11 sarà un desaparecido di lusso? Ai posteri (e al tecnico) l'ardua sentenza.