Casillas: “Senza la vittoria contro l’Italia, quella Spagna non ci sarebbe mai stata”

L’ex portiere campione di tutto ha pochi dubbi. La vittoria ai rigori ai quarti di finale degli Europei del 2008 ha aperto la strada alle vittorie della Spagna.

di Redazione Il Posticipo

Iker Casillas ha partecipato al MARCA Sport Weekend. Un occasione per rivivere la sua carriera, comprensiva dei momenti più sifnigicativi. Dalle parate alle partite più importanti che ha giocato. Un occhio al passato pensando anche al futuro, dopo l’intervento dei medici che gli hanno salvato la vita. Casillas, dopo l’infarto, è tornato a una vita normale: ” Per fortuna è passato più di un anno e mezzo dall’infarto, e il cardiologo mi ha dato permesso di condurre una vita normale”.

FUTURO – Il portiere campione di tutto proseguirà con il calcio, dopo aver rinunciato alla Federazione Spagnola. “Ovviamente il mio mondo è il calcio, ho visto valutato diversi luoghi dove poter vivere e lavorare in futuro. Se dovessi scegliere di allenare, credo che sarei un concentrato fra  Zidane, Del Bosque o Ancelotti, anche se il mio carattere in campo era un po’ diverso dal loro”.

PARATE – Dovendo scegliere le parate, invece, la scelta è più facile. “Il miracolo di Soccer City, quando ho vinto l’uno contro uno con Robben respingendogli la conclusione di piede. Ogni volta che la rivedo in TV mi chiedo come sia stato possibile che si sia presentato in così beata solitudine. In quel momento mi sono concentrato solo sul pallone, cercando di rimanere più freddo possibile. Quando il pallone mi colpisce il piede, capisco che non avrebbe mai segnato”.

CARRIERA – Il portiere ha poi parlato dei momenti più significativi della sua carriera. “Logicamente, i Mondiali sono al primo posto. Credo che però quel momento non sarebbe mai arrivato senza la vittoria agli Europei. La svolta è stata nei quarti di finale contro l’Italia, quando abbiamo vinto ai calci di rigore. Quello di De Rossi era difficile da prendere, vicino al palo. Di Natale ha calciato più centrale. Quella vittoria è stato il punto di svolta. Se quel giorno fossimo stati eliminati, non avremmo mai ottenuto le vittorie negli anni successivi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy