Casillas e lo scontro con Mou: “Lui ha fatto una scelta sportiva, la mia aveva motivi personali. Non mi piaceva quello che vedevo…”

Anche se ha lasciato il calcio per l’infarto che lo ha colpito nel 2019, Iker Casillas resta comunque un’icona del pallone mondiale. E le sue dichiarazioni sono sempre interessanti, soprattutto quando si parla del suo rapporto con Josè Mourinho.

di Redazione Il Posticipo

Anche se ha lasciato il calcio per l’infarto che lo ha colpito nel 2019, Iker Casillas resta comunque un’icona del pallone mondiale. E le sue dichiarazioni sono sempre interessanti, soprattutto quando si parla del suo rapporto con Josè Mourinho. Come riporta Mundo Deportivo, durante un evento della Fondazione TELMEX Telcel l’ex portiere ha ricordato i motivi che hanno portato alla rottura con il portoghese e all’addio al Real.

DUE SITUAZIONI – Col senno di poi, una polemica che ormai ha stancato anche Casillas.”Abbiamo sbagliato entrambi, però abbiamo imparato da questa situazione. Non mi piace questa storia e credo che valga per entrambi. Sono certo che qualche giorno supereremo questo piccolo scivolone e faremo qualcosa assieme, così la gente sarà felice”. In ogni caso, qualche problema c’era. “Le due situazioni erano diverse. Una era giustificata a livello sportivo e l’altra era di più a livello personale. A livello personale siamo andati d’accordo per un anno e mezzo, poi abbiamo avuto alcuni disaccordi, ma è normale tra un capitano e un allenatore. Non voglio dire che da capitano conti più del tecnico, però alla fine diventa un problema, perchè da capitano devi parlare tutti i giorni con qualcuno con cui hai una relazione che si va deteriorando”.

NESSUN RANCORE – Dunque un’antipatia da parte di Casillas, mentre il portoghese non era convinto della bontà delle prestazioni del portiere. “Mourinho pensava che io non fossi al livello di un altro compagno e, visto che la nostra relazione non era molto buona, per lui era più semplice scegliere l’altro invece che me. Ci sono molte cose che la gente non ha visto, ma alla fine con lui ho un buon rapporto. Ci siamo visti molte volte dopo questa storia e abbiamo avuto parole gentili per l’altro. Non è questione di andare avanti con il rancore, ognuno pensava al meglio per la squadra. Io avevo deciso di non avere molti rapporti con lui perchè non mi piacevano le cose che vedevo. E lui aveva deciso di mettere un altro al posto mio. Ma è una situazione in cui mi sono trovato a 33 anni. Mi sono guardato intorno, ho cercato di fare meno polemiche possibile e credo di non aver sbagliato, rifarei le stesse cose”. I tifosi del Real, col senno di poi, non saranno d’accordissimo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy