Casillas, che soddisfazione: è il miglior portiere del campionato portoghese

Casillas, che soddisfazione: è il miglior portiere del campionato portoghese

A fare grande un calciatore non è solo il curriculum né la bacheca. Bisogna essere inarrestabili. E quindi nulla può fermare un campione, neanche gravi problemi di salute. A dimostrazione di ciò, Iker Casillas viene premiato come miglior portiere della Primeira Liga.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono dei giocatori che possono passare attraverso dei periodi complicati, degli autentici drammi e dei gravi problemi di salute e, allo stesso tempo, rimanere i migliori in assoluto. E quindi Iker Casillas viene premiato come miglior portiere della Primeira Liga.

IL PREMIO – Stando a quanto riporta As, il portiere spagnolo che ha regalato la quasi totalità della propria carriera al Real Madrid è stato premiato dalla federazione portoghese. E questo premio non è affatto da sottovalutare per un portiere di 38 anni reduce da un infarto. Già, perché Iker Casillas veniva colpito da un infarto miocardico acuto il primo maggio del 2019 durante una seduta d’allenamento con il Porto. Scampati i pericoli più seri, però, Casillas si è preso un po’ di tempo per riposarsi e pensare al futuro, ma non ha voluto lasciare il calcio.

GRATITUDINE – E proprio durante la premiazione, il portiere spagnolo spiega che al momento del suo ritorno in campo correrà alcun pericolo: è in forma ma ha bisogno ancora di un po’ di tempo. “In questo momento bisogna solo aspettare e continuare con il recupero”. As riporta che l’ex campione del mondo potrebbe tornare in campo già a marzo.  Lo spagnolo, chiaramente, esprime la propria gratitudine anche sui social: “Dopo essere stato eletto miglior portiere della scorsa stagione di Liga NOS, ho soltanto parole di gratitudine verso tutti loro e non solo, data la mia situazione. È un onore riceverlo e spero che non sia l’ultimo“. Gratitudine, che bella parola. Specie se pronunciata da chi sembrava ormai costretto a chiudere la carriera. E invece ha ancora tempo e modo di continuare a difendere i pali. E chi sa, magari anche in tempo per riproporre la candidatura in vista della prossima edizione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy