Casemiro, inno all’ottimismo: “Giocare significa dimostrare che si può ripartire”

Il brasiliano ritiene che il 12 giugno sia una data ragionevole per tornare in campo. Purché tutti rispettino le regole. 

di Redazione Il Posticipo

Casemiro ottimista sulla possibilità di ricominciare a giocare e vincere la Liga. Il brasiliano ha parlato al canale tematico del Real e come riportato dal Mundo Deportivo ritiene che il 12 giugno sia una data ragionevole per tornare in campo. Purché tutti rispettino le regole.

RIPRESA – Il centrocampista analizza lo scenario attraverso diverse prospettive. “È un passo molto importante non solo per il calcio, ma anche per la società. Ricominciare a giocare significherebbe  dimostrare e insegnare alle persone che si può ripartire. Non si parla solo di giocare a calcio,  ma anche di rispettare le regole. Ed essere vicino alle persone. Sono certo che con le persone per strada. Penso che se rispettiamo le misure che dobbiamo adottare, saremo in grado di tornare”

ALLENAMENTI – Il Real ha chiuso la prima settimana di allenamento, dopo due mesi di allenamento in solitaria a casa del coronavirus. “Il lavoro a casa era importante e abbiamo fatto le cose che il club e lo staff tecnico ci hanno dato. Le persone stanno lavorando bene e si vede che i giocatori hanno lavorato a casa. La parte fisica è stata mantenuta e questo è dimostrato sul campo”. Il brasiliano però si è anche adoperato fuori dal rettangolo di gioco, alimentando anche la solidarietà in un momento che è diventato complicato per moltissime persone. “Ho cercato di aiutare il più possibile chi, a causa del momento difficile che stiamo attraversando, si è trovato in qualche difficoltà. Non solo io, gli altri giocatori e anche il Madrid , questa è la cosa più importante. Credo sia importante regalare un sorriso alle persone in un momento difficile come quello che stiamo attraversando “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy