Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cascarino boccia Mbappé: “Regredito, non è neanche vicino al calciatore di tre anni fa”

L'ex calciatore ritiene che il francese non sia più lo stesso giocatore di quello che ha guidato la Francia alla vittoria Mondiali nel 2018.

Redazione Il Posticipo

Mbappé non farà parte della Francia che andrà a caccia della qualificazione mondiale contro l'Ucraina. Assenza che ha scatenato parecchie discussioni. Tony Cascarino, intervenuto a talk sports e interpellato sulla vicenda, ha pochi dubbi. Ritiene che il francese non sia più lo stesso giocatore di quello che ha guidato la Francia alla vittoria Mondiali nel 2018.

RENDIMENTO - Dal trionfo di Mosca sono passati solo tre anni. Mbappé ne ha ancora 22. Eppure l'ex attaccante  non vede progressi. "Spero di sbagliarmi, ma spero che Kylian non si trasformi in un Ronaldinho". E non è un complimento. "Mi sembra il tipo di calciatore che ha tantissime doti, ma che, all'improvviso, cala improvvisamente di rendimento e gioca al di sotto delle sue possibilità.  Ronaldinho era uno dei più grandi al mondo quando era al suo meglio, ma è facile esserlo da giovane quando si pensa solo al calcio. C'è poi chi, crescendo, distoglie leggermente lo sguardo dal calcio e non diventa quel giocatore che poteva essere".

 BUCHAREST, ROMANIA - JUNE 28: Yann Sommer of Switzerland saves the France fifth and decisive penalty taken by Kylian Mbappe during the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between France and Switzerland at National Arena on June 28, 2021 in Bucharest, Romania. (Photo by Daniel Mihailescu - Pool/Getty Images)

CALO - Cascarino ritiene che Mbappé debba ritrovarsi. "Kylian è ancora un giocatore molto giovane, ha 22 anni, ma deve tornare da qualche parte vicino al giocatore che conosciamo e amiamo. Rispetto a quando ha iniziato è regredito come giocatore, è tornato indietro. Se guardo il giocatore che era nel 2018, quando ha vinto la Coppa del Mondo era un calciatore fantastico: elettrico, devastante. Sembrava davvero uno dei migliori giocatori al mondo. E se lo osservo adesso, mi sembra totalmente diverso. Agli Europei mi ha deluso e ha fatto vedere solo alcuni sprazzi del suo talento, ma non ha nemmeno lontanamente l'impatto che aveva prima. So che ha pensato molto al Real Madrid ultimamente, forse ritiene che il campionato francese non sia abbastanza competitivo, ma è anche grazie alla Ligue 1 che ha ancora buoni numeri. Al momento non è neanche lontanamente vicino al giocatore che era tre anni fa".