Casa Blanca chiusa, ma il Real avvisa tutti. “Siete in quarantena non in vacanza…”

Casa Blanca chiusa, ma il Real avvisa tutti. “Siete in quarantena non in vacanza…”

Valdebebas è oggi una città fantasma, ma la società vigila attentamente su calciatori e dipendenti…

di Redazione Il Posticipo

Real Madrid in quarantena: Valdebebas è, come riportato da AS, una città fantasma dopo che un giocatore della squadra di basket è risultato positivo al coronavirus. Le squadre di calcio e basket condividono diversi spazi nel lussuoso complesso sportivo, quindi è stato necessaria la chiusura della Ciudad Deportiva.

SOTTO CONTROLLO – La Casa Blanca è stata molto chiara. Si è in quarantena e non in vacanza. E tutti saranno sotto controllo, nel senso più pieno del termine. I giocatori riceveranno quotidianamente una chiamata dallo staff medico di Madrid per monitorare l’insorgenza di qualsiasi sintomo e l’intero team, senza eccezioni, verrà testato per il coronavirus. Ai calciatori è stato inoltre chiesto di rimanere confinati in casa e di non lasciare Madrid in nessun caso. Vietato uscire, dunque, come mostrare attività ricreative sui social network. “Siamo in quarantena, non in vacanza”.

GPS  – L’ultima frontiera è lo smart working. I giocatori non vanno in ufficio, ma ogni casa in cui abitano è dotata di un angolo palestra. E così, esattamente come accada in preseason, il preparatore atletico ha progettato un piano specifico da seguire rigorosamente. E sarà impossibile cercare di fare i “furbi”. L’attività fisica sarà svolta con un dispositivo  GPS attaccato al petto che registrerà i parametri e li invierà in tempo reale a un computer centrale. Quindi sarà facile capire chi batterà la fiacca. Sotto controllo anche l’alimentazione. Dupont non vuole nessuno in sovrappeso.

TELELAVORO –  La quarantena, infine, riguarda anche circa 500 degli oltre 800 lavoratori che il Real Madrid ha a libro paga. E come sta accadendo nella maggior parte delle aziende spagnole, il telelavoro viene impegnato in modo che l’attività di un top club come  Il Real Madrid non si fermi. A  Valdebebas comunque qualcuno lavora ancora. Vengono mantenuti  i servizi essenziali: giardinaggio e la pulizia. Del resto tutte le aree vanno disinfettate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy