Carvajal, due mesi di stop. “Tornerò più forte di prima”, ma salta andata e ritorno con l’Atalanta

Brutte notizie per il Real Madrid. L’infortunio è più serio del previsto.

di Redazione Il Posticipo

Brutte notizie per il Real Madrid. Come riportato dal Mundo Deportivo, l’infortunio di Carvajal è più grave di quanto inizialmente previsto al Real Madrid. Il club bianco ha  diramato un comunicato ufficiale susseguente agli esami strumentali che hanno evidenziato l’ennesimo problema muscolare.

REFERTO – Il referto lascia poco spazio alle speranze di un rapido ritorno in campo. “Dopo gli esami effettuati dallo staff medico del Real Madrid, al giocatore Dani Carvajal  è stato diagnosticato un infortunio muscolare alla coscia destra con interessamento tendineo”. Nessuna specifica riguardante i tempi di recupero, legati all’evoluzione del decorso. Di certo, preoccupa sia la recidività che l’interessamento del tendine. Ciò significa che la guarigione non sarà breve né semplice, se per “breve” si intende la possibilità di riavere il calciatore in campo con l’Atalanta sia all’andata che al ritorno degli ottavi di finale di Champions”. Le prime indiscrezioni provenienti dalla Casa Blanca parlano di due mesi.

RECIDIVO – Alla casa blanca preoccupa anche la situazione legata alla frequenza degli infortuni. Carvajal è arrivato al quarto infortunio in questa stagione. E con ogni probabilità difficilmente tornerà in campo prima della primavera considerando che l’ultimo stop è stato di 35 giorni e sono stati sufficienti appena 24′ di gioco per lasciare il campo. L’obiettivo più realistico a questo punto è cercare di rientrare in tempo per giocare il prossimo Clasico, in programma ad Aprile.

7

FIDUCIA – Il calciatore ha assorbito la brutta notizia postando sul proprio profilo ufficiale instagram, un messaggio di speranza. “Ieri parlavo con un compagno dicendogli che sabato provavo una grande emozione. Sentivo le farfalle nello stomaco perché ero sul punto di tornare a fare ciò che amo. Ho lavorato duramente nelle ultime settimane per rientrare. Adesso non mi resta che saltare anche questo ultimo ostacolo e ho iniziato un conto alla rovescia per provare il prima possibile la sensazione di scendere in campo.  Tornerò più forte di prima”.  Un post che ha immediatamente suscitato le reazioni dei compagni che non gli hanno fatto mancare sostegno e affetto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy