Carta: “Spiace per Nainggolan ma le operazioni devono essere sostenibili. Ounas non è da sottovalutare”

Il dirigente del Cagliari spiega cosa è successo con Nainggolan e come si è arrivati a Ounas.

di Redazione Il Posticipo

Adam Ounas, ultimo acquisto del calciomercato estivo del Cagliari, è stato presentat0 alla Sardegna Arena. Un’occasione per la dirigenza sarda, tramite il ds Carta,  di riassumere le operazioni di mercato e approfondire, chiarendola, la vicenda legata a Nainggolan.

OUNAS – In primis, si parla del nuovo acquisto. “Arriva in prestito con diritto di riscatto. L’idea è che resti un anno con noi e che poi possa essere riscattato. Il ragazzo ha fortemente voluto legarsi al Cagliari e si è immediatamente messo a disposizione del mister con gande entusiasmo”. Il diretto interessato conferma. “Ho parlato con Di Francesco, posso giocare sulla destra ma agire anche da trequartista. Dopo un anno al Nizza mi sento pronto per l’Italia. Ho imparato molto, sto bene”. Le caratteristiche sono note. “Mi piace saltare l’uomo, fare assist e gol anche se è fondamentale giocare per la squadra. Il mio modello da piccolo era CR7, poi sono cresciuto e ora non ho un modello di riferimento”.

MERCATO – Carta, poi, traccia un bilancio legato a questo mercato nonostante il mancato arrivo di Nainggolan.  “Il bilancio è e resta assolutamente positivo, anche se abbiamo una rosa numerosa. Certamente siamo molto dispiaciuti per quanto riguarda il caso legato a Nainggolan. C’era grande attesa da parte di tutti, compresi i tifosi Alle 17.15 Giulini ha parlato con Zhang, era praticamente fatta. Dopo quasi mezzora di telefonata, però, ho percepito il suo sguardo deluso e sconsolato. E ho capito che la trattativa si era incanalata su binari complicati. E dunque abbiamo preso la decisione razionale. Appena incassato l’ok del Napoli ci siamo buttati su Ounas”.

SOSTENIBILE – Resta da capire cosa succederà a gennaio. “Non dipende da me, la nostra volontà e quella del ragazzo è chiara: a gennaio dovranno esserci nuovamente le condizioni accessibili per il Cagliari, perché l’obiettivo deve essere la sostenibilità del Cagliari. Adesso ci manca di più un terzino destro. Tutte le operazioni devono essere legati alla funzionalità. Ounas non deve essere un’operazione da sottovalutare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy