Capriole, colpi di tacco e finte liti: i rigori più strani della storia del calcio

Non è difficile sbagliare un calcio di rigore: figuriamoci quanto sia facile calciare male la palla facendo qualcosa di sconsiderato. Ma a volte ne vale la pena: ecco i rigori più strani di sempre.

di Redazione Il Posticipo

I più strani

“Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore” cantava Francesco De Gregori in una canzone di qualche anno fa. No, un giocatore nel complesso, non si giudica né si valuta dal singolo calcio di rigore. Ma ci sono dei calci dagli undici metri che rimarranno impressi nella storia del calcio per spettacolarità ed estro e soprattutto per le modalità insolite con i quali sono stati calciati. Come quello del calciatore della seconda squadra del Rubin Kazan, che per impressionare la folla (e il portiere avversario) decide di concludere con tanto di capriola all’indietro. Un colpo innovativo, anche se a dirla tutta lo aveva già fatto Joonas Jokinen, un giovane calciatore finlandese. Ma comunque ce ne sono altri di altrettanto particolari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy