Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bonucci e gli altri capitani… senza fascia: i “big” delle grandi

TURIN, ITALY - MARCH 14:  Leonardo Bonucci of Juventus FC reacts during the UEFA Champions League Round of 16 second leg match between Juventus and FC Porto at Juventus Stadium on March 14, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Bonucci, ma anche senza "gradi" nessuno mette in discussione la sua leadership. Ogni "grande" ha un "big" che, anche senza la fascia al braccio, è riconosciuto come leader o indispensabile.

Redazione Il Posticipo

BONUCCI

TURIN, ITALY - MARCH 14:  Leonardo Bonucci of Juventus FC reacts during the UEFA Champions League Round of 16 second leg match between Juventus and FC Porto at Juventus Stadium on March 14, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
—  

Capitani, anche senza esserlo. Ogni big di questo campionato, oltre al “capitano” ha il “leader”. La Juventus ha Bonucci. Il centrale, come ha ribadito, non ha certo bisogno della “corona” per affermare la sua leadership all’interno del gruppo bianconero. Dote già indiscussa. Calciatore di cui tecnico e compagni si fidano a occhi chiusi. Gradi guadagnati sul campo, oltre che nello spogliatoio. E le altre? Ognuna ha il proprio capitano senza fascia...

MANCINI

 ROME, ITALY - FEBRUARY 28: Gianluca Mancini of Roma speaks with Match Referee, Marco Guida during the Serie A match between AS Roma and AC Milan at Stadio Olimpico on February 28, 2021 in Rome, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
—  

Gianluca Mancini. Personalità e carisma al centro della difesa. Sin dal suo arrivo, il centrale, che è riuscito ad adattarsi anche come centrocampista, è stato un elemento insostituibile nello scacchiere giallorosso, al netto delle qualità tecniche e tattiche. In una squadra giovane e talentuosa, ma a volte incostante,  Mancini, nonostante l'età ancora giovane è l’approdo, il salvagente per i compagni di reparto. Quello capace di prendere per mano la squadra e, se serve, caricarsela anche sulle spalle.

IMMOBILE

 ROME, ITALY - OCTOBER 19: Ciro Immobile of SS Lazio takes a penalty kick to score the third goal of his team during the Serie A match between SS Lazio and Atalanta BC at Stadio Olimpico on October 19, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)
—  

Discorso molto simile anche in casa Lazio. Ciro Immobile non è solo il bomber, ma anche il leader tecnico dei biancocelesti. Indiscutibilmente il giocatore più importante, la guida. Al netto dei gol realizzati, difficile che non si sacrifichi per la squadra e l’allenatore. “Sente” la maglia addosso e vuole chiudere con la Lazio. E ciò lo rende amatissimo fra i tifosi.

KOULIBALY

—  

La roccia d’ebano è diventata una sicurezza. Spalletti lo ha definito il miglior giocatore mai avuto. Può  finire sul mercato ma rinunciare al centrale che più di tutti trasmette serenità e senso di impermeabilità alla squadra è molto complicato. La cura Sarri l’ha trasformato in top player. L’effetto Ancelotti l’ha completato anche dal punto di vista caratteriale. Nessuno immagina un Napoli senza di lui in campo.

SKRINIAR

 MILAN, ITALY - MARCH 17: Milan Skriniar of FC Internazionale reacts during the Serie A match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on March 17, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images )
—  

Una sorpresa diventata prima certezza assoluta e poi pietra miliare. Il suo nome, nell’undici titolare, è scolpito nel marmo. Quando il possente difensore non gioca, l’Inter si smarrisce in fase difensiva. Spalletti e Conte non hanno mai voluto fare a meno di lui. Ha la valigetta con i codici dei movimenti. Istruisce e consiglia i compagni. È, non a caso, il perno su cui ruotano gli altri centrali.

KESSIE

 MILAN, ITALY - JANUARY 09: Franck Kessie of Milan celebrates after scoring their sides second goal form the penalty spot during the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on January 09, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
—  

Sin da giovanissimo, personalità a profusione. Ha il “veleno” che tanto piaceva a Gattuso. Il tecnico si è immediatamente invaghito di lui. Non può essere (ancora) il capitano rossonero ma è un calciatore d’indubbia affidabilità. Utilizzato anche come “ultima carta” da giocare non per sfiducia, ma proprio per la sua capacità di farsi carico di responsabilità enormi. E spesso, chi punta su di lui, pesca il jolly. Al Milan lo sanno bene e se lo tengono stretto...