Caos social sullo United: arriva il mi piace di capitan Valencia a un “Licenziate Mourinho!”

Jamie Carragher ha sostenuto ben prima della partita contro il Valencia che Josè Mourinho non sia più in controllo del suo spogliatoio. E a dargli man forte in questo suo sospetto, arriva…Valencia. Non la squadra spagnola, ma il capitano dello United.

di Redazione Il Posticipo

Jamie Carragher ha sostenuto ben prima della partita contro il Valencia che Josè Mourinho non sia più in controllo del suo spogliatoio. E a dargli man forte in questo suo sospetto, arriva…Valencia. Non la squadra spagnola, che pure ci ha messo del suo nell’ennesima serataccia del Manchester United, ma Antonio, il terzino dei Red Devils. Che, per la cronaca, è anche il capitano della squadra. Cosa ha combinato l’ecuadoriano? In campo nulla di memorabile, come del resto i suoi compagni di squadra. Ma è arrivato un “mi piace” di troppo su Instagram che ha scatenato i social, confermando implicitamente che Mou non sa decisamente più che pesci prendere con i suoi calciatori.

MI PIACE… – Il post arriva da una pagina dedicata a Valencia e non è assolutamente tenero nei confronti del tecnico portoghese. “Non sono sorpreso del risultato di questa partita. Di solito non vedo l’ora che arrivi il prossimo match, ma ora grazie a Mourinho è diventato un supplizio. Qualcosa deve cambiare. È ora che Mourinho se ne vada”. Molti, moltissimi like da parte dei tifosi del Manchester United, ma ce n’è uno che non ti aspetti: quello del capitano. Che viene ovviamente notato e diventa virale. Il ragionamento a quel punto diventa semplice: se persino il rappresentante in campo dello Special One pensa che il suo tecnico debba andarsene, beh, forse il dado è tratto.

valencia instagram

…OPPURE NO? – O forse no, perchè sempre attraverso i social, stavolta si parla di Twitter, arrivano le scuse ufficiali da parte di Valencia. Nulla di nuovo, tutto come da prassi: “non ho visto cosa c’era scritto”, “non penso queste cose”, “sono con il manager e con i compagni di squadra”, etc. Una volta esaurito il campionario di giustificazioni, però, la domanda resta: si è trattato davvero di un errore o l’atmosfera nello spogliatoio dello United è così in subbuglio che ormai la ribellione nei confronti dell’allenatore è aperta e ai massimi livelli? Solo il tempo potrà dirlo. O forse la dirigenza. Perchè lo United non ha perso ed è ancora saldamente secondo nel girone di Champions. Ma nel weekend arriva Benitez. E lo spagnolo non vede l’ora di provare a essere il carnefice del suo rivale di sempre…

valencia tweet

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy