Caos Neymar-Mbappé a Parigi? Si muove direttamente il grande capo! In arrivo l’emiro del Qatar…

Caos Neymar-Mbappé a Parigi? Si muove direttamente il grande capo! In arrivo l’emiro del Qatar…

Il Paris Saint-Germain sembra pronto alla rivoluzione: troppi nomi in uscita (o quasi) e troppe polemiche. Al-Khelaifi non basta più: si smuove addirittura l’emiro Al-Thani.

di Redazione Il Posticipo

Quando si pensa a Parigi, una delle prime cose che viene in mente, soprattutto agli italiani è la Monna Lisa di Leonardo Da Vinci. Quel sorriso lo si studia da centinaia di anni ma rimane un enigma. Come il PSG. Sarà per l’influsso della Gioconda che anche il principale club capitolino francese è un altro grande enigma? Innumerevoli quantità di denaro sono state investite, la rosa annovera alcuni dei nomi più importanti del calcio di oggi, la società è una delle più solide al mondo. Ma allora perché oltre al campionato francese proprio non si riesce a vincere e convincere? Tanti, troppi problemi per un club così importante e allora Al-Khelaifi non basta più: vola a Parigi l’emiro Al-Thani.

MANCANZA DI STIMOLI – Stando a quanto riporta El Mundo Deportivo, le contestazioni dei tifosi del PSG sono state accolte dal numero 1 del club: l’uscita dalla Champions League non è stata digerita e con quella è stata metabolizzata ancora peggio la sconfitta nella finale di Coupe De France. La rosa annovera alcuni dei migliori giocatori al mondo ma, a quanto pare, i nomi non bastano a vincere le partite e le competizioni. E senza questi grossi stimoli, questi grandi giocatori, si rischia di perderli. Ecco perché i nomi di Neymar e Mbappé sono spesso dati in uscita. Per risolvere questo ed altri problemi il presidente emiro del PSG, Tamim bin Hamad Al-Thani è pronto a volare nella capitale transalpina.

BASTA DELEGARE? – Al-Thani dovrà volare da Doha a Parigi per chiedere spiegazioni al suo delegato Nasser Al-Khelaifi su come sia possibile che si sia generata questa situazione di malcontento attorno al club. Non solo: pare che l’emiro – secondo El Mundo Deportivo – andrà a gestire in prima persona le situazioni legate alle possibili partenze di Neymar e Mbappé. Soprattutto per quanto riguarda il giovane campione del mondo, la questione si è aggravata nelle ultime ore quando ha rivelato che potrebbe decidere di lasciare Parigi. Non solo loro due: le situazioni da risolvere sono molteplici. Le incognite legate ai contratti di Gigi Buffon e Dani Alves; le possibili partenze di Cavani e Meunier; le intenzioni, i progetti e i nomi sul taccuino di Thomas Tuchel dovranno essere sottoposte al numero 1 del club che, forse stanco di delegare, vorrà valutare di persona. Come si dice, l’occhio del padrone…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy