Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caos Inghilterra, cinque calciatori non si vogliono vaccinare: rischio esclusione da Qatar 2022

BURTON UPON TRENT, ENGLAND - JUNE 24: Gareth Southgate manager of England during an England training session at St George's Park on June 24, 2021 in Burton upon Trent, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Southgate in difficoltà in vista del Qatar. Nessun problema legato alla convocazioni, quanto alle scelte di alcuni big

Redazione Il Posticipo

Southgate in difficoltà in vista del Qatar. Nessun problema legato alla convocazioni, quanto alle scelte di alcuni big. Cinque calciatori della nazionale inglese, di cui tre titolari della squadra che si è fermata a undici metri dalla conquista dell'Europeo, secondo quanto riportato dal Sun, non sono vaccinati e non ne hanno alcuna intenzione. Scelta che rientra nella sfera personale, ma che, di fatto, rischia di impedirgli di partecipare ai prossimi Mondiali.

VACCINATI - L'Inghilterra può suggellare la qualificazione sin dal prossimo turno, o metterci una serissima ipoteca, considerando gli impegno contro avversari alla portata Andorra e Ungheria non sembrano poter fermare la marcia di avvicinamento al Qatar. Qualche intoppo, però, potrebbe arrivare dai calciatori che hanno scelto di non vaccinarsi. La spinta che sta arrivando dagli organizzatori appare molto forte e viaggia verso l'idea di obbligare i calciatori che parteciperanno al Mondiale a vaccinarsi, pena l'esclusione dal torneo.

CAOS - Secondo quanto riportato dal tabloid, Southgate teme si possano generare spaccature all'interno dello spogliatoio. Anche perché lo stesso CT è stato uno dei testimonial più attivi per la campagna vaccinale, con tanto di videomessaggio alla nazione. Un sostegno che però gli si è anche ritorto contro. L'allenatore ha rivelato di aver subito diversi insulti legati alla sua scelta. Anche di più rispetto alle critiche legate alle scelte tecniche effettuate all'Europeo. Oltremanica, raccogliendo fonti molto vicine ai calciatori, sono arrivati alla conclusione che in diversi spogliatoi vi è una certa irremovibilità di fronte all'ipotesi del vaccino. E si teme che quanto deciso dagli organizzatori del mondiale possa esasperare ulteriormente la situazione.

DIBATTITO - Dibattito aperto anche fra i medici e le istituzioni. Alcuni dottori parlano di "situazione allarmante".  Il ministro dello sport Nigel Huddleston ha spiegato quanto, a suo avviso "sia deludente sentire che potrebbero esserci alcuni calciatori non disposti a farsi vaccinare", mentre un portavoce della FA ha difeso la libertà di scelta : “Questa è una questione privata per gli individui e i loro rispettivi club come datori di lavoro. I nostri preparativi per i prossimi internazionali continuano normalmente”. La sensazione è che la situazione non si risolverà facilmente e che Southgate rischi di avere problemi.