Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caos campionati, in Olanda è battaglia: le grandi non vogliono riprendere nonostante le minacce della UEFA

La decisione della federazione belga di concludere il proprio torneo nazionale così com'è, assegnando il titolo al Bruges, ha creato un precedente che definire scomodo è poco. E c'è chi ha tutta l'intenzione di proseguire sulla stessa strada,...

Redazione Il Posticipo

Si riparte? E quando si riparte? Un ritornello che ormai è diventato comune un po' ovunque, quando si parla di calcio. La UEFA ha spostato Euro 2020 pur di permettere ai campionati di ricominciare e di dare verdetti incontrovertibili, ma non tutti sono disposti a scendere di nuovo in campo in tempi brevi. La decisione della federazione belga di concludere il proprio torneo nazionale così com'è, assegnando il titolo al Bruges, ha creato un precedente che definire scomodo è poco. E ora, spiega AS, c'è chi ha tutta l'intenzione di proseguire sulla stessa strada, rischiando però di contribuire a un caos generalizzato.

EREDIVISIE - In Olanda non si placano le polemiche sulla ripresa del campionato. Overmars, DS dell'Ajax, ha spiegato che secondo lui non ci sono le condizioni per ricominciare e che la Federcalcio e la UEFA dovrebbero pensare più alle vite umane che all'economia. D'altro canto però l'ex CT Van Gaal ha attaccato, spiegando che alcuni club (senza menzionare i Lancieri ma...facendolo capire) stanno sfruttando la situazione per i propri interessi. E comunque, chiosa l'ex tecnico del Barcellona, per quale motivo l'Ajax dovrebbe vincere il campionato, tra l'altro solo grazie alla differenza reti, considerando che è a pari punti con l'AZ Alkmaar con ancora parecchie partite da giocare?

PROBLEMI - Un bel problema, che però non ferma le grandi d'Olanda. Che vogliono mettere un punto all'Eredivisie ora, senza doversi preoccupare di ricominciare in estate. I tempi, del resto, sono prevedibilmente lunghi, perchè come spiega AS il governo dei Paesi Bassi ha stabilito che non sarà possibile organizzare eventi pubblici almeno fino al primo giugno, restringendo ancora di più la finestra in cui pensare di disputare le ultime giornate. Economicamente parlando, non ci sono problemi, perchè Fox, che detiene i diritti del campionato, ha già pagato tutto il corrispettivo per la stagione e quindi i club non ci andrebbero a perdere. La UEFA, però, ha minacciato di escludere dalle coppe europee le squadre dei campionati che faranno come quello belga. E la battaglia continua...