Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caos benzina nel Regno Unito, le categorie dilettantistiche rinviano i match e si rischia lo stop totale

LONDON, ENGLAND - JULY 07: Fans of England with a replica Euro 2020 trophy and a face mask of Harry Maguire of England celebrate their side's victory after the UEFA Euro 2020 Championship Semi-final match between England and Denmark at Wembley Stadium on July 07, 2021 in London, England. (Photo by Paul Ellis - Pool/Getty Images)

Cosa c'entra la mancanza di benzina nel Regno Unito con il calcio? Per i campionati minori è un problema eccome, al punto che sono cominciati ad arrivare gli annunci di slittamento delle gare. E il futuro non è chiaro...

Redazione Il Posticipo

Nel Regno Unito si prevede un autunno caldo, ma la temperatura atmosferica non ha niente a che vedere con il discorso. I problemi sono di ben altra natura e stanno colpendo settori nevralgici della società d'Oltremanica come conseguenze impreviste (o forse sottovalutate?) della Brexit. Mancano i camionisti e quindi la catena di distribuzione delle merci è rallentata, con molti supermercati che hanno già cominciato a terminare le scorte di alcuni prodotti. Il caos maggiore, però, arriva dalle pompe di benzina. Senza chi guida le autobotti, i distributori non possono scaricare le cisterne di carburante e di conseguenza molti automobilisti si sono messi in coda, sperando di riuscire a fare il pieno prima che le scorte terminino.

RINVII - Ma cosa c'entra tutto questo con il calcio? Con quello dei grandi nulla, perchè il pullman del Chelsea o quello del Manchester City non avranno problemi a fare benzina. Ma per i campionati minori è un problema eccome, al punto che, come riporta il Sun, sono cominciati ad arrivare gli annunci di slittamento delle gare. Il comunicato del Peacehaven & Telscombe FC menzionato dal tabloid sembra abbastanza chiaro: "La partita casalinga di martedì contro il Bexhill Utd è stata spostata a causa della mancanza di carburante. La Southern Combination Football League ha deciso di rimandare tutte le partite di martedì e di mercoledì di questa settimana a causa della situazione attuale". E qui si parla di campionati che nella piramide del calcio inglese occupano dalla nona all'undicesima posizione.

E ORA? - Ma non è che le altre se la passino meglio, considerando che continuando a scendere si arriva fino al livello 21. Quindi ci sono almeno dodici categorie che, a causa della mancanza di benzina, rischiano di doversi fermare. Un bel problema, considerando che già nella stagione del Covid (2019-20) tutti i campionati di "non-League", ovvero quelli non professionistici, sono stati dichiarati nulli per l'impossibilità di poter recuperare i match saltati causa pandemia. E il fatto che finora siano stati i club più piccoli a fermarsi non dà certezze sul fatto che le divisioni superiori, ma pur sempre dilettantistiche, possano continuare a lungo senza benzina. Ma del resto, se le squadre non possono muoversi, diventa complicato giocare...