Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caos a Siviglia, il Betis punta il dito su Lopetegui: “Diceva a Jordan di buttarsi a terra e lamentarsi”

Caos a Siviglia, il Betis punta il dito su Lopetegui: “Diceva a Jordan di buttarsi a terra e lamentarsi” - immagine 1

Quando dalla tribuna è arrivata un'asta di ferro addosso al calciatore del Siviglia Jordan, l'arbitro della sfida ha deciso di sospendere il derby. E sono iniziate le polemiche, anche per le accuse dei calciatori del Betis al tecnico biancorosso...

Redazione Il Posticipo

Chi come al solito dal derby di Siviglia si aspettava una partita sentita e piena di polemiche, ci ha preso in pieno. Ma forse nessuno avrebbe potuto immaginare quanto accaduto al Benito Villamarin a pochi minuti dalla fine del primo tempo. Quando dalla tribuna è arrivata un'asta di ferro addosso al calciatore del Siviglia Jordan, la situazione si è decisamente surriscaldata e alla fine l'arbitro della sfida, il signor De Burgos Bengoetxea ha deciso di sospendere il match. E via alle polemiche, perchè il calciatore è uscito sulle sue gambe e soprattutto perchè più di qualcuno in campo ha sentito il tecnico dei biancorossi Lopetegui consigliare al suo giocatore di gettarsi a terra.

LOPETEGUI - A lanciare la polemica sono alcuni dei calciatori del Betis, che al momento del fattaccio aveva appena pareggiato e che adesso rischia seriamente la sconfitta a tavolino per il momento di follia dei suoi tifosi. Il centrocampista Víctor Camarasa su Twitter condanna il gesto, ma allo stesso tempo punta il dito contro il tecnico degli avversari. "Un'azione vergognosa e ingiustificabile da parte di qualcuno che non rappresenta assolutamente la nostra tifoseria. Spero che Jordan sia bene, anche se tutti quanti abbiamo sentito (incluso il quarto uomo) come il suo allenatore lo stesse incitando a 'lamentarsi e a buttarsi a terra'". Insomma, comportamento inaccettabile da parte di chi ha lanciato l'asta, ma secondo Camarasa il Siviglia ha sfruttato un'occasione.

PROVOCAZIONE - Il centrocampista non è certo l'unico a pensarla così. Anche l'ex Fiorentina Cristian Tello ha detto praticamente la stessa cosa sui suoi social. "In primo luogo vorrei esprimere il mio totale rifiuto per qualsiasi atto di violenza, l'atteggiamento di questo 'individuo' non rappresenta la nostra tifoseria. Dall'altro lato, tutti quelli che erano a bordocampo sono stati testimoni di tutto quello che hanno voluto gli avversari, ovvero non giocare". E poi il giocatore del Betis ha postato due video, uno di Lopetegui che parla con il suo calciatore e uno dello stesso Jordan, che si schiaffeggia la faccia per provocare la tifoseria del Betis. Una polemica che certamente è destinata a continuare, anche e soprattutto se il giudice sportivo dovesse assegnare la vittoria a tavolino al Siviglia. Intanto, per Jordan il referto dell'ospedale parla di trauma cranico e di 24 ore di osservazione domiciliaria. Ma il referto sicuramente non piacerà ai biancoverdi...