Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Caos a Old Trafford, Souness tuona: “Uno scemo del villaggio poteva ammazzare qualcuno!”

MANCHESTER, ENGLAND - MAY 02: Fans are seen protesting Manchester United's Glazer ownership outside the stadium prior to the Premier League match between Manchester United and Liverpool at Old Trafford on May 02, 2021 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Getty Images/Getty Images)

I tifosi dei Red Devils, in rivolta contro la proprietà dei Glazer, hanno deciso di assaltare Old Trafford e metterlo a ferro e fuoco. Scene che hanno riportato le lancette del calcio inglese indietro di qualche decennio e che hanno fatto discutere

Redazione Il Posticipo

La giornata numero 34 di Premier League poteva essere quella del passaggio di consegne, in cui il Manchester City di Pep Guardiola torna campione d'Inghilterra grazie al suo grande rivale, il Liverpool di Klopp. I Citizens hanno fatto il loro dovere sabato, battendo il Crystal Palace, e dovevano soltanto aspettare il risultato del sentitissimo match tra Manchester United e Reds. Peccato che non si sia giocato,  perchè i tifosi dei Red Devils, in piena rivolta contro la proprietà dei Glazer da quando il club ha accettato di unirsi alla Superlega, hanno deciso di assaltare Old Trafford e di metterlo a ferro e fuoco. Scene che hanno riportato le lancette del calcio inglese indietro di qualche decennio e che hanno fatto discutere.

FUMOGENO - Come riporta il Sun, un poliziotto è finito in ospedale dopo essere stato colpito al volto con una bottiglia e ci sono stati momenti concitati quando qualcuno ha lanciato un fumogeno verso lo studio di Sky Sports, dove ci si stava preparando per seguire la partita che poteva decidere la Premier. E Graeme Souness, ex Liverpool e ora opinionista, non le ha mandate a dire. "Siamo qui a dire quanto questa protesta sia sacrosanta, ma uno scemo del villaggio ha rischiato di ammazzare qualcuno. Hanno tirato un fumogeno e se una cosa del genere ti colpisce sul viso ti lascia addosso una cicatrice che rimane per tutta la vita. Non voglio criticare tutti i tifosi dello United, ma bisogna fare attenzione", ha chiosato lo scozzese.

 Undated: Graeme Souness of Sampdoria in action during the Serie A match against Ascoli played in Sampdoria, Italy. Mandatory Credit: Allsport UK /Allsport

Undated: Graeme Souness of Sampdoria in action during the Serie A match against Ascoli played in Sampdoria, Italy. Mandatory Credit: Allsport UK /Allsport

FARE LA COSA GIUSTA - Chi invece si è concentrato sul valore "politico" della questione è Gary Neville. L'ex United ha praticamente chiesto alla famiglia Glazer di vendere, sottolineando come dal 2004, anno in cui gli statunitensi hanno acquistato il club, le cose siano cambiate e in peggio. "Hanno preso una squadra che arrivava in finale di Champions League e che vinceva la Premier ogni anno, o almeno ogni due. Ora sono otto stagioni che non si vince il campionato, Old Trafford cade a pezzi e il centro di allenamento non è neanche tra i migliori cinque d'Inghilterra. Vendendo il club farebbero una fortuna. E credo che sia il momento propizio per fare la cosa giusta". Chissà però che non nasca l'ennesimo muro contro muro.