Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Canelo, dopo le scuse a Messi i complimenti all’Argentina. “Congratulazioni, se lo sono meritato”

Canelo, dopo le scuse a Messi i complimenti all’Argentina. “Congratulazioni, se lo sono meritato” - immagine 1
Il pugile messicano aveva innescato un tempesta virtuale nelle ultime settimane, ha chiuso la  vicenda.

Redazione Il Posticipo

Rapporti complessi, nell'ultimo periodo, fra Canelo, Messi e l'Argentina. Il pugile messicano, meglio noto come Canelo, aveva innescato una tempesta virtuale nelle ultime settimane, ha chiuso la vicenda. Dopo le scuse a Messi, ha postando i complimenti alla nazionale argentina, sul proprio profilo twitter con tanto di "cintura" mondiale.

CAOS

—  

"Complimenti, se lo sono meritato" che si porta via le ruggini di una vicenda iniziata dopo Argentina - Messico. Notorio che fra i due paesi non corra buon sangue. Inevitabile che una sfida decisiva per la qualificazione agli ottavi possa innescare il caos. E cosi dopo il 2-0, il pugile non trattiene la propria rabbia e la sfoga sui social. A scatenarne l'ira, la maglia della "tricolor" a terra. Messi la colpiva con il piede mentre si toglieva gli scarpini. basta e avanza. Il pugile ha minacciato la Pulce: "Deve pregare Dio che non mi incontri". Ed è subito caos. Felipe Melo, mai tenero con Messi, ne prende le difese. Il brasiliano, parlando a TNT Sports Mundial invita il messicano al silenzio. "Tantissimo rispetto per Canelo, la boxe mi piace molto. Ma è una persona che non sa nulla di calcio e deve stare zitta". Nella querelle si inserisce anche "Iron" Mike Tyson, ex pugile statunitense, primo peso massimo in grado di unificare tutti quanti i titoli. Parlando a BBO Sports non lascia spazio alle interpretazioni. "C'è un tizio chiamato Canelo che ha minacciato Messi. Se si azzarda a toccarlo, dovrò tornare sul ring".

PACE

—  

C'è ancora il tempo di una risacca prima della pace. Canelo protagonista di un botta e risposta con Aguero. Quindi è la deputata messicana María Clemente García Moreno a redigere una proposta per dichiarare Messi persona non gradita nel paese a causa della sua mancanza di rispetto nei confronti del Messico durante la Coppa del Mondo. Una presa di posizione apparsa esagerata dagli stessi colleghi che la invitano a pensare alle reali priorità del paese. A chiudere la questione, sarà poi lo stesso Canelo con un tweet distensivo.

"In questi ultimi giorni mi sono lasciato trasportare dalla passione e dall'amore che provo per il mio Paese e ho fatto commenti fuori luogo per i quali voglio scusarmi con Messi e con il popolo argentino. Ogni giorno impariamo qualcosa di nuovo e questa volta è toccato a me".  Quindi i complimenti all'Argentina, di qualche ora fa.