Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cambiasso: “Italia, occhio a Messi, ha ancora la capacità di cambiare una partita”

Cambiasso: “Italia, occhio a Messi, ha ancora la capacità di cambiare una partita” - immagine 1

Una partita dal sapore per l'ex calciatore sudamericano trapiantato in Italia.

Redazione Il Posticipo

Italia - Argentina: una partita dal sapore per Esteban Cambiasso, sudamericano trapiantato in Italia. Nessuno meglio di lui può interpretare il sentimento legato a una sfida che può dire molto sulle ambizioni dell'albiceleste e sulle prospettive azzurre. Le sue parole sono riprese dal sito ufficiale della UEFA.

FINALISSIMA - Una sfida carica di fascino. "È una partita molto importante, nonché una buona idea. In passato ci sono sempre stati incontri tra squadre europee e sudamericane, non tra squadre nazionali ma tra squadre di club nella storica Coppa Intercontinentale.a livello personale assolutamente insolita perché le mie due nazioni giocano l'una contro l'altra. Quindi, per me e la mia famiglia è una partita molto speciale. Da una parte, c'è il paese che mi ha dato i natali. Dall'altra, quello dove ho scelto di vivere e sono nati i miei figli. Anche le due squadre ci arrivano in modo diverso. L'Argentina ha la legittima speranza di giocare un grande Mondiale, che potrebbe essere l'ultimo di Messi. L'Italia giocherà cercando di dimenticare il dispiacere di non partecipare alla competizione".

Cambiasso: “Italia, occhio a Messi, ha ancora la capacità di cambiare una partita”- immagine 2

ARGENTINA - C'è grande curiosità intorno all'Argentina che è tornata a vincere per la prima volta nel nuovo millennio. "Scaloni sta lavorando molto bene, gestendo giocatori fantastici e instillando grande personalità alla squadra. La finale contro il Brasile, vinta in casa loro, lo dimostra. Quella Copa America racchiude molte cose, l'aspetto fisico, psicologico e ambientale. Vincere è stato una svolta, ha dato una grande spinta a alla squadra. C'è ancora qualche mese per trovare la quadra definitiva in vista del Qatar dove spero che Lionel Messi e i ragazzi arrivino al massimo della forma. Quanto a Leo, ha cambiato il suo modo di giocare, come è accaduto a tutti noi. Ogni giocatore, sul finire della carriera, ha uno stile profondamente diverso. Anche perché gli anni passano anche per i compagni di squadra. L'unica cosa che è rimasta intatta è la sua qualità e la capacità di fare la differenza. Occhio a Messi, ha ancora la capacità di cambiare una partita".